giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Italia > Consiglio dei Ministri, via libera al decreto Ristori ter

Consiglio dei Ministri, via libera al decreto Ristori ter

decreto ristori ter

Consiglio dei Ministri, via libera al decreto Ristori ter

Il Consiglio dei Ministri si è riunito ieri, venerdì 20 novembre 2020, alle 23.58 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Giuseppe Conte. Segretario il Sottosegretario alla Presidenza Riccardo Fraccaro.

Relazione al Parlamento, ai sensi dell’articolo 6 della legge 24 dicembre 2012, n. 243

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, ha approvato la Relazione al Parlamento redatta ai sensi dell’articolo 6 della legge 24 dicembre 2012, n. 243, da presentare alle Camere, ai fini dell’autorizzazione dell’aggiornamento del piano di rientro verso l’Obiettivo di medio termine (OMT).

Con la Relazione, sentita la Commissione europea, il Governo richiede, per l’anno 2020, l’autorizzazione al ricorso all’indebitamento di 8 miliardi di euro in termini di indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche e di fabbisogno e di 5 miliardi di euro per il saldo netto da finanziare del bilancio dello Stato, in termini di competenza e in termini di cassa.

Attraverso le risorse aggiuntive che saranno rese disponibili con lo scostamento, il Governo intende adottare misure che, in continuità con quelle precedenti, consentiranno di estendere gli interventi previsti a favore degli operatori economici, per il sostegno dei settori produttivi e per il sostegno dei cittadini, anche attraverso un utilizzo adeguato della leva fiscale.

Per il successivo triennio di programmazione, il Governo conferma il percorso di rientro già indicato nel mese di settembre con la Nota di aggiornamento del Documento di economia e finanza.

Decreto Ristori ter

Misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, ha approvato un decreto-legge che introduce misure finanziarie urgenti connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Il testo interviene con un ulteriore stanziamento di risorse, pari a 1,95 miliardi di euro per l’anno 2020, destinato al ristoro delle attività economiche interessate, direttamente o indirettamente, dalle misure disposte a tutela della salute, al sostegno dei lavoratori in esse impiegati, nonché con ulteriori misure connesse all’emergenza in corso.

Tra l’altro, il testo prevede:

  • l’incremento di 1,45 miliardi, per il 2020, della dotazione del fondo previsto dal decreto “Ristori bis” (decreto-legge 9 novembre 2020, n. 149) per compensare le attività economiche che operano nelle Regioni che passano a una fascia di rischio più alta;
  • l’inclusione delle attività di commercio al dettaglio di calzature tra quelle che, nelle cosiddette “zone rosse”, sono destinatarie del contributo a fondo perduto;
  • l’istituzione di un fondo con una dotazione di 400 milioni di euro, da erogare ai Comuni, per l’adozione di misure urgenti di solidarietà alimentare;
  • l’aumento di 100 milioni per il 2020 della dotazione finanziaria del Fondo per le emergenze nazionali, allo scopo di provvedere all’acquisto e alla distribuzione di farmaci per la cura dei pazienti affetti da COVID-19.

Deliberazioni amministrative

Il Consiglio dei Ministri, a norma dell’articolo 14-quater della legge 7 agosto 1990, n. 241, ha deliberato:

  • di non consentire la prosecuzione del procedimento di autorizzazione per la realizzazione di una turbina eolica di potenza nominale 800 kW nel comune di Bagnoli del Trigno (IS), in località “Serra La Croce”;
  • di consentire la prosecuzione del procedimento di autorizzazione di un impianto eolico costituito da un aerogeneratore con potenza nominale di 1 MW, in località “Il Casone”, nel Comune di Pietracatella (CB);
  • di consentire la prosecuzione del procedimento di autorizzazione di un impianto eolico costituito da un aerogeneratore con potenza nominale di 1 MW, in località “Torre Zeppa”, nel Comune di Ripabottoni (CB).

Inoltre, ai sensi dell’articolo 14-quinquies della legge 7 agosto 1990, n. 241, il Consiglio dei ministri ha deliberato l’accoglimento dell’opposizione del Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo avverso l’autorizzazione unica, rilasciata dalla Regione Molise, alla realizzazione di un impianto eolico della potenza di 800 kW in località “Cerro Secco”, nel comune di Ripabottoni (CB).

All’esame di tali punti all’ordine del giorno ha partecipato, su delega del Presidente della Regione Molise, l’assessore regionale per le politiche sociali ed il lavoro, Michele Marone.

Nomine e movimento di prefetti

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’interno Luciana Lamorgese, ha deliberato il seguente movimento di Prefetti:

  • dott.ssa Laura LEGA, da Prefetto di Firenze, è destinata a svolgere le funzioni di Capo del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile;
  • dott.ssa Alessandra GUIDI, da Vice direttore generale della Pubblica sicurezza per l’attività di coordinamento e di pianificazione presso il Dipartimento della pubblica sicurezza, è destinata a svolgere le funzioni di Prefetto di Firenze.

Inoltre, su proposta dello stesso Ministro, il Consiglio dei ministri ha deliberato il rinnovo dell’incarico di Capo del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, fino al 1° agosto 2021, al Dirigente generale ing. Fabio DATTILO.

*****

Il Consiglio dei Ministri è terminato alle 2.00 di sabato 21 novembre 2020.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *