giovedì, Novembre 26, 2020
Home > Lazio > Roma, drogano una ragazza per poi violentarla in un B&B: lei riesce a fuggire

Roma, drogano una ragazza per poi violentarla in un B&B: lei riesce a fuggire

roma

Roma, choc nel quartiere Appio Latino: drogano una ragazza per poi violentarla in un B&B, ma riesce fuggire dai suoi aggressori

ROMA – Erano i primi di novembre quando una ragazza è riuscita fuggire dai suoi aggressori, due uomini di 42 e 28 anni, che avrebbe conosciuto attraverso una chat.

Stando alle prime dichiarazioni rese alla Polizia, i due uomini l’avrebbero invitata in un B&B per indurla a compiere diverse pratiche sessuali.

Gli aggressori, non riuscendo a coinvolgere la ragazza, neanche attraverso l’assunzione di alcolici e sostanze stupefacenti, avrebbero deciso di picchiarla, per poi sottrarle i soldi ed il cellulare.

Sarebbero poi arrivati ad usare un asciugamano, probabilmente imbevuto di una sostanza narcotizzante, con l’intento di stordire la giovane che, dopo varie peripezie, è riuscita a fuggire da quella drammatica situazione.

Durante il tragitto, fortunatamente, la ragazza ha incontrato una volante della Polizia. Una volta in questura, la vittima ha raccontato agli agentii dettagli dell’aggressione. I poliziotti si sono quindi recati nel B&B per svolgere un sopralluogo all’interno della stanza, dove sarebbero stati rinvenuti i segni di colluttazione e diversi tipi di droga, come cocaina, chetamina, metanfetamina e GHB, nota anche come droga dello stupro.

Dopo aver effettuato la perquisizione ed essere venuti a conoscenza di ulteriori indagini svolte dagli investigatori del Distretto San Giovanni, in collaborazione con gli agenti del commissariato Appio Nuovo, i poliziotti sono riusciti a risalire ai due uomini.

I presunti autori dell’aggressione, grazie alla complicità di un dipendente del B&B che aveva dato loro appuntamento, sono così stati ricevuti dagli agenti vestiti in borghese ed arrestati.

Sottoposti al fermo di indiziato di delitto, successivamente convalidato dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Roma, attualmente i due detenuti sono in carcere, uno a Rebibbia e l’altro a Frosinone. Nel frattempo, i medici, dopo aver visitato la ragazza, hanno stabilito che dovrebbe guarire dalle lesioni fisiche entro 14 giorni.

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *