martedì, Gennaio 25, 2022
Home > Italia > Riaperture, Lucia Azzolina sbotta: “Nessuno di voi ha qualcosa da dire sulla scuola?”

Riaperture, Lucia Azzolina sbotta: “Nessuno di voi ha qualcosa da dire sulla scuola?”

petizione

Riaperture, Lucia Azzolina sbotta: “Nessuno di voi ha qualcosa da dire sulla scuola?”

“Strumentalizzare la scuola è da irresponsabili. Su questo faccio un appello anche ai media: raccontiamo la verità senza creare allarmismi o diffondere notizie approssimative. Dico una cosa molto semplice: non si può trasformare la scuola in un campo di battaglia, bisogna agire con serietà. La ministra Lucia Azzolina ce la sta mettendo tutta per garantire il regolare svolgimento delle lezioni.

Ed è premura di tutto il MoVimento 5 Stelle far riaprire le scuole, in totale sicurezza e rispettando le norme anti-covid, non appena ci saranno le condizioni. Bisogna permettere a tutti i nostri studenti di seguire le lezioni in presenza. La scuola è fondamentale per il futuro dei nostri ragazzi: è un importante luogo di formazione, ma anche di crescita. Questa pandemia ci sta mettendo a dura prova, ma non fermerà l’energia di studenti e insegnanti”. Così Luigi Di Maio, minstro degli Esteri e ancora, pare, indiscusso leader politico del MoVimento Cinque Stelle, sul proprio profilo Facebook. L’arringa nasce da recenti articoli comparsi sulla stampa nazionale, relativamente ai quali il ministro all’Istruzione, Lucia Azzolina, ha detto la sua.

“Su “La Repubblica” – scrive sui social – mi vengono attribuite parole mai pronunciate, in riferimento alla riapertura delle scuole: “La data del 4 dicembre è troppo vicina per programmare ogni cosa”. Mai detto. Falso anche un passaggio secondo il quale mi sarei opposta “per tutta l’estate ad un piano condiviso sui trasporti”. Falso, infine, che “al Ministero dell’Istruzione si dà ormai per scontato che anche a dicembre tutti gli studenti resteranno a casa”.

L’unica cosa per me scontata è che siano tutti d’accordo, e che tutti collaborino, per riportare quanto prima in classe studentesse e studenti che al momento stanno facendo didattica digitale a distanza. Io sto lavorando per questo”.

Quello che è certo è che Lucia Azzolina sembra essere stata molto determinata nel difendere e sostenere il concetto della didattica in presenza nel Consiglio dei ministri riunito per valutare la riapertura dei negozi dal 4 dicembre.

Il 3 dicembre potrebbero essere infatti allentate in tutta Italia le misure restrittive, stabilite di recente, in vista del Natale. Il contagio sembrerebbe infatti, in virtù delle ultime disposizioni emanate al governo, rallentare la propria corsa, tanto che sembrerebbe in programma una apertura delle attività commerciali almeno per un paio di settimane sotto le festività.

Tuttavia non si sarebbe parlato di scuola, tanto da far sbottare Lucia Azzolina: “Percepisco una grande euforia – avrebbe dichiarato, stando a quanto riportato dal Corriere.it – vi sento parlare di aprire i negozi, i ristoranti, le piste da sci… Ma nessuno di voi ha qualcosa da dire sulla scuola? Davvero pensate che con il Dpcm del 3 dicembre si possa riaprire tutto, lasciando chiusi i licei?”

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, da quanto è stato possibile apprendere, non avrebbe dato risposte particolarmente chiare: “Dovremo vedere come siamo messi”, avrebbe detto.

Lucia Mosca

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net