giovedì, Dicembre 9, 2021
Home > Abruzzo > Chieti meta del turismo storico -culturale

Chieti meta del turismo storico -culturale

chieti

CHIETI – La rivista inglese “Swide.com” ha pubblicato in un articolo del 2014 che la Città di Chieti, una delle più antiche d’Italia, mitologicamente fondata dal Pelide Achille  1181 anni prima dell’era cristiana, sarebbe una delle dieci città italiane assolutamente da visitare.

Chieti, sarebbe una meta da non lasciarsi scappare, soprattutto per chi vuole fare un turismo culturale e storico.

Il Capoluogo Marrucino è facilmente raggiungibile, perché dotata di ben due caselli autostradali sul suo territorio comunale (A14 e A25) e servita anche dalla Tiburtina Valeria che passa per Chieti Scalo.

Molteplici le cose da visitare e non conosciute da troppe persone. Il visitatore, previa prenotazione, potrà visitare il Teatro Marrucino, la Pinacoteca Barbella, il Museo delle Scienze Biomediche, la Cattedrale di San Giustino, il Museo Archeologico di Villa Frigeri col Guerriero di Capestrano, quello della Civitella e i siti archeologici come i tempietti, le terme romane, l’anfiteatro, il teatro romano, il complesso del Parco Archeologico della Civitella e tanto altro. 

Dunque, le potenzialità ci sono, ma per diventare una metà turistica appetibile la strada da fare è ancora lunga. 

A tal proposito, proprio in questi giorni, l’amministrazione comunale di Chieti ha lanciato il progetto turistico Teate@ntiqua 4.0, rispondendo a un avviso pubblico della Presidenza del Consiglio dei Ministri per ottenere  dei fondi per la  realizzazione di un albergo diffuso e la valorizzazione della “Chieti Sotterranea”. 

L’opinione pubblica cittadina spera che questa opportunità sia sfruttata a dovere e che Chieti possa ottenere i fondi per la valorizzazione turistica urbana e del suo patrimonio storico – culturale. 

Cristiano Vignali – LaNotizia.net