venerdì, Gennaio 22, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film horror stasera in TV: “Amityville Possession” sabato 2 gennaio 2021

Il film horror stasera in TV: “Amityville Possession” sabato 2 gennaio 2021

amityville possession

Il film horror stasera in TV: “Amityville Possession” sabato 2 gennaio 2021 alle 21.20 su Italia 2 (Canale 66)

Amityvillе Possession.png

Amityville Possession (Amityville II: The Possession) è un film horror del 1982 diretto da Damiano Damiani con Burt Young, Rutanya Aldas e Andrew Prineprequel del primo film, Amityville Horror, del 1979.

Pur essendo, infatti, cronologicamente successivo di tre anni al primo film, questa pellicola fu ispirata dai sanguinosi fatti di cronaca che avvennero l’anno prima (il 1974) degli eventi paranormali raccontati invece nel primo film, nella casa di 112 Ocean Avenue di Amityville, a Long IslandStati Uniti[1] e, in particolare, della strage di Ronald DeFeo Jr.
Se il primo film del 1979 fu ispirato dagli eventi paranormali del 1975 accaduti alla famiglia Lutz descritti nel libro Orrore ad Amityville di Anson del 1977, la pellicola di Damiani fu invece ispirata dal libro Murder in Amityville, del 1979, a cura dello scrittore Hans Holzer, che intervenne nell’analisi dei fenomeni, in particolare sulla raccolta delle informazioni sulla strage DeFeo del 1974, indagini che continuarono anche nella sua successiva raccolta The Amityville Curse del 1981.
Successivi sequel sull’argomento, furono sempre ispirati agli eventi accaduti intorno alla casa 112 Ocean Avenue di Amityville.

Su ispirazione del vero caso di cronaca della famiglia DeFeo del 1974, il film racconta di una famiglia italo-americana di Long Island, i Montelli, che si trasferisce nella casa di 112 Ocean Avenue. Diversi fenomeni inspiegabili iniziano subito ad inquietare la famiglia: madre Dolores è la prima a intuire che qualcosa non va e contatta un sacerdote, padre Adamsky. Purtroppo, prima che questi possa intervenire, il figlio Sonny viene posseduto da un demonio che, usando il suo corpo, dapprima ha un rapporto incestuoso con la sorella, poi stermina a colpi di fucile il resto della famiglia.
Arrestato, Sonny non si ricorda nulla di quel che ha fatto, mentre Padre Adamsky lo va a trovare in cella; il prete, convinto di volerlo esorcizzare, lo libera quindi dalla prigione per portarlo in chiesa ma, davanti ad essa questi scappa e torna nella casa degli orrori.

Regia di Damiano Damiani

Con: Burt Young, Rutanya Aldas e Andrew Prine

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *