mercoledì, Gennaio 27, 2021
Home > Marche > Operazione Marche Sicure, screening per i cittadini di San Benedetto del Tronto

Operazione Marche Sicure, screening per i cittadini di San Benedetto del Tronto

operazione marche sicure

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – Operazione Marche Sicure sbarca a San Benedetto del TrontoDa ieri, sabato 2 gennaio, è partito lo screening diffuso nella città delle palme, iniziativa promossa dalla Regione Marche. Dopo aver coinvolto i capoluoghi di provincia, parte gradualmente anche nei Comuni sopra i 20 mila abitanti il monitoraggio per la prevenzione del contagio da Covid-19. San Benedetto del Tronto è una delle prime città marchigiane coinvolte nella “Fase 2” della campagna avviata.

I cittadini, su base volontaria e in maniera gratuita, possono effettuare il tampone antigenico rapido in grado di rilevare, in 15-30 minuti, la presenza del virus. In caso di esito positivo, si verrà inviatati a sottoporsi a tampone molecolare. Le postazioni, operative dalle 8.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 19.00fino al 7 gennaio, giorni festivi compresi, saranno allestite al Palariviera e al Palasport “Speca”.

Possono aderire tutte le persone di età superiore ai 6 anni, residenti o che soggiornano a San Benedetto del Tronto per motivi di lavoro o studio. Occorrerà prenotare l’appuntamento collegandosi al sito www.cureprimarie.it e accedere alla sezione “Screening popolazione di San Benedetto del Tronto”, oppure scaricando sul proprio smartphone l’APP “Smart4you” da Apple Store o Play Store. È necessario tenere a portata di mano la tessera sanitaria propria e degli altri familiari per cui si intende prenotare l’appuntamento. È infatti possibile prenotare il test per sé e per un massimo di altre tre persone.

Sono escluse dallo screening le persone che hanno sintomi che indichino un’infezione da Covid-19 e chi è attualmente in malattia per altro motivo; chi è stato positivo al Covid-19 negli ultimi tre mesi, chi è già in quarantena o in isolamento fiduciario, chi ha già prenotato l’esecuzione di un tampone molecolare, chi esegue regolarmente i test per motivi professionali, i minori sotto i 6 anni e le persone ricoverate nelle strutture sanitarie e socio-sanitarie comprese le case di riposo pubbliche e private.

Per accedere al test occorre esibire la Tessera Sanitaria o un documento d’identità valido. Il modulo di accettazione e il foglio dell’informativa sulla privacy potranno essere compilati a casa (scaricati anche dai siti web) o sul posto e per la notifica del risultato si dovrà comunicare un indirizzo e-mail e un numero di cellulare valido.

“E’ partita a San Benedetto del Tronto – si legge nella nota ufficiale dell’Amministrazione comunale pubblicata ieri – la campagna di screening di massa per l’individuazione di soggetti positivi al COVID 19 voluta dalla Regione Marche. Sin dalle prime ore del mattino tante persone si recate al Palasport e al Palariviera per sottoporsi al test, assolutamente non doloroso e della durata di pochi secondi. Non occorre attendere molto, l’importante è portare con sé la tessera sanitaria”.

Anche il sindaco Pasqualino Piunti si è messo in fila per farsi esaminare: “L’Area Vasta 5 ci dice che solo per oggi ci sono circa 2700 prenotazioni ed è già un ottimo risultato. Dobbiamo mantenere questo trend anche per i prossimi giorni – dice Piunti-. Vogliamo raggiungere un doppio obiettivo: ultimi in classifica per numero di contagi, primi per numero di tamponi effettuati. Ho fatto il test al palasport, praticamente non c’era fila ed ho già avuto il messaggio che mi ha fornito l’esito negativo. Invito tutti, soprattutto i ragazzi, a recarsi al Palasport o al Palariviera: il tampone non è assolutamente doloroso e serve a tutelare la propria sicurezza e quella di chi ci sta vicino”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *