martedì, Novembre 30, 2021
Home > Italia > Prestiti tra privati, cosa sono: definizione e un esempio concreto

Prestiti tra privati, cosa sono: definizione e un esempio concreto

prestiti

Prestiti tra privati, cosa sono: definizione e un esempio concreto

Quando si ha bisogno di liquidità per i propri progetti o per delle spese impreviste che nella vita possono capitare in qualsiasi momento, la soluzione più immediata e praticata è quella di richiedere un prestito. Esistono diverse possibilità in questo senso, tra cui anche quella di optare per un prestito tra privati prima ancora di passare per un istituto di credito. Ovviamente molto dipende anche dalle situazioni personali, ma è un’opzione sempre percorribile avendo ben chiaro in che cosa consiste.

Cosa sono i prestiti tra privati?

Come suggerisce l’espressione stessa, con prestito tra privati si intende una modalità tramite cui si vengono prestate somme di denaro da familiari, amici, parenti o intermediari autorizzati. La prima domanda che si fanno molti in questo senso è se questo tipo di prestito sia legale: la risposta è assolutamente sì, anche se quando si parla di ingenti somme di denaro è preferibile – e praticamente obbligatorio nel caso di aziende che offrono il social lending – sottoscrivere un contratto finanziario formale che attesti l’avvenuto prestito, per evitare giri di soldi in nero tra privati e scongiurare i rischi di mancato pagamento da una parte e usura dall’altra. Ci sono sostanzialmente tre possibilità per redigere questo tipo di contratto: la scrittura privata è la più comune e diffusa, regolata in questo caso dall’articolo 1813 del Codice Civile e per cui non è richiesta alcuna registrazione o autenticazione tramite notaio. Esiste poi anche il prestito garantito da cambiale, meno utilizzato ma che in realtà offre garanzie molto forti a chi presta in quanto, ad esempio, le cambiali costituiscono titoli esecutivi con cui procedere anche eventualmente al pignoramento dei beni, oppure il sopra citato social lending.

Anche in Italia è arrivato il social lending

Una possibilità molto importante è quella di ricorrere al cosiddetto social lending: si tratta, in sostanza, di prestiti erogati da società accreditate che fanno da soggetti intermediari tra il privato e l’istituto di credito. Sono diverse le piattaforme su cui fare un prestito tra privati sicuro tramite banche digitali, come ad esempio Younited Credit, dove si trovano molto spesso tassi di interesse dovuti dal debitore inferiori rispetto a quelli che si avrebbero se ci si recasse direttamente da un istituto finanziario. Altro vantaggio è che la procedura per richiedere il prestito è completamente online, fattore che favorisce una grande semplicità delle pratiche e non impone spostamenti aggiuntivi. Questo tipo di prestito è arrivato da relativamente poco anche nel nostro paese ottenendo il benestare di Bankitalia e ha subito riscontrato successo, in quanto permette a chi ha bisogno di soldi (ma non soddisfa le più rigide condizioni degli istituti di credito) di ottenere le somme necessarie per risolvere le proprie esigenze.

Insomma, il prestito tra privati e realtà e andrebbe preso sicuramente in considerazione, quando si pensa di richiederne uno. L’importante è avere ben chiaro il funzionamento del social lending, informandosi a dovere prima di procedere con qualsiasi richiesta.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net