martedì, Gennaio 26, 2021
Home > Marche > Aeroporto Marche: convenzione tra Regione e Comune di Falconara

Aeroporto Marche: convenzione tra Regione e Comune di Falconara

Aeroporto

Aeroporto Marche: convenzione tra Regione e Comune di Falconara per opere infrastrutturali a supporto dello sviluppo dello scalo

È stata presentata ieri, a Palazzo Raffaello, nel corso di una conferenza stampa, la convenzione definitiva tra Regione Marche e Comune di Falconara Marittima, per la realizzazione di opere infrastrutturali a supporto dello sviluppo dell’area aeroportuale.

Gli uffici tecnici della Regione Marche e del Comune di Falconara Marittima hanno inserito modifiche migliorative, rispetto alla precedente versione, per l’interconnessione dell’aeroporto con Ancona e le sue principali infrastrutture, tra cui il porto e la stazione ferroviaria. Il nuovo testo, infatti, prevede una rimodulazione dei fondi previsti, pari a 2,84 milioni di euro, con poco più di 1 milione destinato a migliorare la connessione viaria tra l’aeroporto, il casello autostradale e la stazione ferroviaria.

“Aeroporto, porto e interporto – ha detto il presidente della Regione Marche Francesco Acquaroli – possono rappresentare una grande potenzialità per la nostra Regione. Il fatto che fino ad oggi questa potenzialità non sia stata espressa in modo chiaro deve farci riflettere. Il compito delle istituzioni è dare il proprio contributo. Credo che in questa fase particolare queste tre infrastrutture debbano essere viste per il valore che possono esprimere in termini di crescita e sviluppo intermodale al di là dei confini regionali. L’aeroporto di Falconara situato nel centro dell’Italia è facilmente raggiungibile dalla stazione e vicinissimo al porto di Ancona e all’interporto dotato di grandi spazi merci e collegato alle autostrade. La sfida è migliorare queste infrastrutture e potenziare i collegamenti tra le tre: non solo quelli viari, ma anche quelli di ‘visione’ per costruire sinergie che potrebbero cambiare il destino di tutta la regione”.

“Grazie a questo atto concreto – ha proseguito l’assessore regionale alle Infrastrutture Francesco Baldelli – la Regione rafforza i collegamenti e la funzionalità dell’infrastruttura aeroportuale, che, assieme al porto di Ancona, rappresenta la porta d’ingresso internazionale nelle Marche. I collegamenti esistenti con il territorio circostante al capoluogo devono essere migliorati per renderli adeguati alla rete Ten-t, che è una rete dei principali assi della viabilità in Europa in cui Ancona rientra a pieno titolo. Il pacchetto di investimenti programmati, d’intesa con il Comune di Falconara Marittima, rappresenta un valido supporto per rilanciare l’aeroporto delle Marche e creare un sistema intermodale e interconnesso tra le varie infrastrutture”

“Sono molto soddisfatta – ha aggiunto il sindaco di Falconara Stefania Signorini – e ringrazio la Regione per questo percorso di collaborazione che ha portato alla Convenzione importantissima sia per le Marche che per il nostro Comune. Saranno infatti realizzati interventi di sicurezza stradale e idrogeologica e migliorerà tutta la viabilità della zona”.

La convenzione prevede la realizzazione di cinque pacchetti di interventi, coordinati con l’esigenza di migliorare l’infrastrutturazione dello scalo (cfr. slides in fondo). Si parte dall’acquisizione e completamento delle opere di urbanizzazione relative alla realizzazione di una struttura ricettiva, commerciale e parcheggio multipiano, con miglioramento dell’ingresso all’area aeroportuale (previsti anche un tratto di ciclabile, rotatoria, ripavimentazioni, area verde, segnaletica, illuminazione). L’intervento più consistente riguarda il miglioramento delle connessioni (con la risoluzione del nodo di via Flaminia/via Baldelli con una nuova viabilità per decongestionare il traffico cittadino). Le altre risorse saranno investite per ridurre il rischio di allagamenti dell’area aeroportuale e migliorare la sicurezza (anche con il completamento del circuito ciclopedonale Falconara-Chiaravalle), l’infrastrutturazione di una nuova area di scambio (tra via del Consorzio e la ferrovia) per parcheggi, area sosta bus, taxi, servizi a supporto degli automobilisti (come noleggio e lavaggio).

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *