mercoledì, Febbraio 24, 2021
Home > Mondo > Cina, il team della Oms visita ospedale a Wuhan

Cina, il team della Oms visita ospedale a Wuhan

cina

Cina, il team della Oms visita ospedale a Wuhan

La delegazione Oms, che si trova in Cina per ricostruire le origini della pandemia da Covid-19, ha visitato un ospedale a Wuhan, il primo a trattare i pazienti infettati all’inizio del contagio.

La visita all’ospedale è stata la prima ricognizione sul campo da parte degli esperti Oms, dopo essere stati sottoposti a due settimane di quarantena. Una portavoce ha chiarito che le ispezioni a Wuhan si limiteranno a quelle organizzate dalla Cina a causa delle restrizioni sanitarie e il team non sarà libero di comunicare con la comunità.

Gli inviati dell’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) hanno incontrato le autorità cinesi venerdì prima della loro visita a Wuhan.

Nonostante i numerosi ostacoli e le paure sul livello di accesso e sulla qualità delle prove che verranno esaminate a più di un anno dai primi casi, i lavori sul campo sono iniziati venerdì pomeriggio.

Per la procedura visiteranno ospedali, incontreranno scienziati, soccorritori e alcuni dei primi pazienti infettati dall’allora sconosciuto virus il cui bilancio delle vittime è di circa 2 milioni di persone nel mondo e che ha messo in ginocchio l’economia.

L’OMS ha affermato in un messaggio su Twitter che “le visite sul campo includeranno l’Istituto di virologia di Wuhan, il mercato di Wuhan e il laboratorio CDC di Wuhan”. I tre luoghi da visitare sono strettamente legati al virus. Il mercato di Wuhan, attualmente chiuso, è quello considerato all’origine del focolaio.

Da parte sua, il direttore dell’OMS, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha dichiarato di aver avuto conversazioni con il ministro della Salute cinese Ma Xiaowei, per richiedere che gli scienziati abbiano tutto il supporto e l’accesso alle informazioni di cui hanno bisogno.

Secondo i dati della National Health Commission, almeno 4.636 persone sono morte per covid-19 in Cina. Il suo prodotto interno lordo è cresciuto del 2,3 per cento nel 2020 ed è l’unica grande economia con risultati positivi.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *