sabato, Marzo 6, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film biografico stasera in TV: “Steve Jobs” lunedì 1° febbraio 2021

Il film biografico stasera in TV: “Steve Jobs” lunedì 1° febbraio 2021

film steve jobs

Il film biografico stasera in TV: “Steve Jobs” lunedì 1° febbraio 2021 alle 21 su Iris

Steve Jobs è un film del 2015 diretto da Danny Boyle. La pellicola, con protagonista Michael Fassbender, si basa sulla biografia autorizzata Steve Jobs, scritta da Walter Isaacson e pubblicata nel 2011. Si tratta del secondo film biografico su Steve Jobs dopo Jobs di Joshua Michael Stern del 2013.

1984: Steve Jobs e Joanna Hoffman affrontano i problemi prima del lancio del Macintosh 128K. La voce della demo del computer non riesce a dire “ciao” e Jobs richiede all’ingegnere Andy Hertzfeld di ripararlo, minacciando di umiliarlo pubblicamente nella presentazione, mentre lui suggerisce di falsificare la demo usando il prototipo del futuro Macintosh 512K. Nel frattempo, Jobs inveisce contro un articolo della rivista Time che parla della sua presunta paternità con l’ex-fidanzata Chrisann Brennan: l’uomo nega di essere il padre della bimba di cinque anni, Lisa. La Brennan arriva con Lisa per affrontare Jobs; lei è amareggiata dal rifiuto dell’uomo di sostenerla, nonostante la sua ricchezza. Jobs alla fine si impegna a dare più soldi e una casa, ma continua a negare la sua paternità. Jobs poi discute di politica aziendale con il CEO John Sculley; Jobs ammette che il suo bisogno di controllo deriva dai suoi sentimenti di impotenza generati dall’essere abbandonato dai genitori naturali. Il Macintosh non è riuscito a soddisfare le aspettative e la società in difficoltà ha spodestato Jobs, il quale fonda la NeXT.

1988: Jobs prepara il lancio del NeXT Computer a Davies Symphony Hall. La vita di Lisa con la Brennan è difficile, l’uomo accusa la madre di sua figlia di comportarsi in modo scorretto e di usare Lisa per ottenere i soldi da lui. Wozniak arriva a sostenere Jobs in ciò che prevede sarà un altro lancio disastroso, ma Jobs gli rimprovera alcune frasi in cui criticava il suo l’atteggiamento difficile. Wozniak ammette la sua frustrazione con Jobs e mette in discussione i suoi contributi; Jobs paragona il suo ruolo a quello di un direttore d’orchestra, quello che dirige i “musicisti” come Wozniak. Hertzfeld mostra a Jobs una parodia di un comunicato stampa Apple secondo cui la società sarebbe intenzionata ad acquistare NeXT per il suo sistema operativo e a denominare Jobs CEO. Nel frattempo, Hoffman e Jobs discutono la direzione poco chiara di NeXT; Hoffman si rende conto che Jobs ha infatti concepito il computer in modo da invogliare Apple ad acquisire la società.

1998: la Apple continua però ad essere in difficoltà: la società ha licenziato Sculley, ha acquisito NeXT, e ha nominato Jobs CEO. Jobs sta avendo un battibecco con Lisa, che ha permesso alla Brennan di vendere la casa comprata per loro. Wozniak chiede ancora una volta che Jobs dia credito al team Apple II in occasione del lancio, ma Jobs rifiuta. Sculley poi arriva in segreto e i due fanno ammenda. Un’esasperata Hoffman insiste sul fatto che Jobs debba risolvere le cose con Lisa. Jobs si scusa con sua figlia per i suoi errori del passato, e le promette di metterle la musica in tasca, un giorno, così accennando la creazione di ciò che sarà l’iPod, per poi rivelarle che il computer LISA si chiamasse esattamente come lei, sua figlia, e che non avesse mai dimenticato il primo dipinto digitale creato con MacPaint sul computer, mostrandole un foglio stampato di tale vecchia creazione infantile

Regia di Danny Boyle

Con Michael Fassbender, Kate Winslet e Seth Rogen

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *