mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Italia > Cyberbullismo, dal Comitato per gli immigrati solidarietà a Britney Spears

Cyberbullismo, dal Comitato per gli immigrati solidarietà a Britney Spears

Cyberbullismo

Solidarietà a Britney Spears: “Bisogna parlare degli episodi di cyberbullismo, potrebbe succedere alle più giovani anche in Liguria

Dopo l’uscita del documentario del NY Times intitolato “Framing Britney Spears”, esprime la propria Solidarietà a Britney Spears anche il “Comitato per gli Immigrati e contro ogni forma di discriminazione”:

«Si pensa sempre che da posti come la Liguria non ci si debba intromettere sui temi come quelli che hanno devastato la vita ad una giovane Donna, all’epoca una ragazzina» – spiega Aleksandra Matikj, Presidentessa del Comitato – «Britney, come purtroppo spesso succede alle più giovani anche nella nostra regione, è stata “dipinta” dal suo allora ex fidanzato Justin Timberlake come la «cattiva»perché lei lo aveva lasciato. L’aveva pubblicamente denigrata “come se fosse la p*ttana della scuola e lui il quarterback”, si sente nel documentario del NY Times. 

Timberlake ha usato la storia con lei come pretesto per il video musicale di “Cry Me a River”, scaricando tutte le colpe su di lei. Nel frattempo, da parte di lui non sono mancate le considerazioni sessiste: mentre lei sosteneva di essere ancora vergine, Justin in più occasioni aveva suggerito che non era questa la verità. 4 anni dopo la rottura con lei, Justin la espose agli occhi di tutti, e nuovamente allo stesso modo, nel video di “What Goes Around… Comes Around”. La ragazza, che all’epoca stava affrontando un delicato divorzio, ha avuto un crollo nervoso, ripreso da tutto il mondo e, diventando così vittima di cyberbullismo. Sembra di no, ma questi atteggiamenti tanto vendicativi e pieni di rancore degli ex si nascondono spesso tra i banchi di scuola, ovunque, probabilmente anche in Italia; sempre più sono le ragazzine più giovani a pagarne le conseguenze, spesso stando in silenzio.

Per questo motivo, oggi vogliamo fare un Appello, nostro, anche alle più giovani, di contattarci nel caso vivessero un episodio del genere. Potete scriverci a
comitato.no.discriminazione@gmail.comvi aiuteremo.

Quanto a Britney, oggi quasi 40enne ma tuttora e dal 2008 sotto tutela giuridica di un padre che, avido dei soldi della figlia, la sfrutta per il denaro e dal cui controllo lei ha già chiesto diverse volte di esserne liberata, ci uniamo alle speranze già espresse anche dall’Italia della nota Influencer Chiara Ferragni e a quelle mondiali di molte altre Donne come la famosa Cantante Miley Cirus e l’Attrice Sarah Jessica Parker, ossia speriamo tutte che Britney possa ottenere al più presto giustizia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net