domenica, Marzo 7, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film fantasy stasera in TV: “Spider-Man” venerdì 12 febbraio 2021

Il film fantasy stasera in TV: “Spider-Man” venerdì 12 febbraio 2021

film spider-man
Il film fantasy stasera in TV: “Spider-Man” venerdì 12 febbraio 2021 alle 21:30 su TV 8  Spider-Man (film).png Spider-Man è un film del 2002 diretto da Sam Raimi. Basato sui fumetti dell’Uomo Ragno, creati da Stan Lee e Steve Ditko e pubblicati dalla Marvel Comics, il film racconta la storia di Peter Parker, interpretato da Tobey Maguire, che viene morso da un ragno geneticamente modificato e ne acquisisce i poteri ed i sensi da ragno. Peter, dopo la morte dello zio Ben, decide di mettere i suoi poteri al servizio dell’umanità e diventa il supereroe noto come Spider-Man. Nel cast, oltre a Maguire, sono presenti Willem DafoeKirsten Dunst e James Franco, rispettivamente nei ruoli di Norman OsbornMary Jane Watson ed Harry Osborn. Considerato tra i migliori film del genere supereroistico, Spider-Man uscì nelle sale negli Stati Uniti il 3 maggio 2002 con anteprima nazionale svolta il 1º maggio al Tribeca Film Festival, mentre nelle sale italiane il film uscì il 7 giugno 2002, e divenne un successo sia di pubblico che di critica. Con 821 708 551$ in tutto il mondo, il film batté diversi record, diventando il 3° film più visto nel 2002 (dietro a Harry Potter e la camera dei segreti e Il Signore degli Anelli – Le due torri) e, alla sua uscita, il cinefumetto con il più alto incasso globale. Il successo del film, portò il regista Sam Raimi a realizzare due seguiti, Spider-Man 2 nel 2004 e Spider-Man 3 nel 2007. Nel 2012, la Columbia Pictures, la stessa casa di produzione del film, distribuì nei cinema The Amazing Spider-Man, un reboot della saga cinematografica slegato dalla precedente trilogia diretta da Raimi.[1][2]
(EN)«With great power comes great responsibility» (IT)«Da un grande potere derivano grandi responsabilità.»
(Ben Parker al nipote Peter)
Il giovane Peter Parker vive nei sobborghi di New York, nel Queens, con gli zii Ben e May, studia al liceo scientifico Midtown ed è innamorato della sua vicina di casa Mary Jane Watson. Un giorno, durante una gita scolastica Peter viene morso da un ragno geneticamente modificato. Il giorno dopo scopre di aver acquisito i poteri dell’aracnide: forza, resistenza, agilità, riflessi e velocità incredibilmente potenziate, sensi più sviluppati, un senso di ragno premonitore che lo avverte di qualsiasi minaccia, la capacità di poter aderire e arrampicarsi sui muri come un ragno, e l’abilità di produrre e lanciare uno strano tessuto simile a una ragnatela dai polsi. Intanto, Norman Osborn, scienziato fondatore della “OSCORP INDUSTRIES” nonché padre di Harry, il migliore amico di Peter, sta cercando di rispettare i termini stabiliti con l’esercito e non perdere il contratto col Generale Slocum a favore di una compagnia rivale. Decide così di sottoporsi all’Incrementatore di prestazioni, un gas che incrementa le capacità fisiche, ma ancora in fase sperimentale. L’esito del test è drammatico: il siero potenzia la fisicità di Norman ma lo fa anche impazzire, facendogli uccidere Mendel Stromm, il suo assistente. Con i suoi nuovi poteri, Peter riesce a battere il bullo Flash Thompson e, ignorando il consiglio dello zio Ben circa il fatto che “da un grande potere derivano grandi responsabilità”, decide di andare ad un incontro di wrestling per vincere un po’ di soldi da usare per comprarsi un’auto e fare bella figura con Mary Jane, ma vinto l’incontro il promotore gli dà solo una misera parte. Improvvisamente un ladro rapina il promotore e Peter decide di non fermarlo per vendicarsi del misero pagamento. Presto però Peter si pentirà di non aver fatto la cosa giusta perché scoprirà che il rapinatore ha ucciso lo zio Ben per rubargli la macchina. Furibondo, Peter insegue il rapinatore in cima a un palazzo abbandonato assistendo alla morte dell’uomo, che, messo alle strette da Peter, precipita accidentalmente da una finestra. Dopo il diploma, Peter decide di usare i suoi poteri da ragno per combattere il crimine. Per fare ciò, si crea un costume rosso e blu e si rende famoso fra i cittadini di New York come il supereroe Spider-Man. Un cittadino a nutrire rabbia e risentimento per l’eroe è J. Jonah Jameson, il burbero editore del quotidiano Daily Bugle, il quale assume Peter come fotografo, essendo l’unico capace di fornirgli delle fotografie del supereroe in azione. Nel frattempo anche Norman Osborn si crea un alter ego: Goblin, usando un’armatura verde e una maschera dai lineamenti da folletto e un razzo aliante sviluppati nei suoi laboratori. In seguito Norman scopre che il consiglio di amministrazione vuole licenziarlo per poter vendere la OSCORP, così, durante la manifestazione della Festa dell’Unità Mondiale a Times Square, egli si abbandona di nuovo al suo lato malvagio e li uccide brutalmente lanciando una bomba-zucca sulla balconata dove tutti sono riuniti. In questa occasione si scontra per la prima volta con Spider-Man, il quale riesce a farlo allontanare, e riuscendo anche a salvare Mary Jane da morte certa. Goblin vede Spider-Man come l’unico che può fermarlo ma anche come un possibile alleato e quindi lo invita più volte a schierarsi dalla sua parte per tenere in pugno l’intera città, ma l’eroe rifiuta. Durante la cena del ringraziamento tra i Parker e gli Osborn, Norman deduce che Peter Parker è Spider-Man (notando la ferita sul braccio che gli ha lasciato durante un combattimento) quindi la sera si rimette i panni di Goblin e irrompe in casa di zia May, provocandole uno shock e facendola finire in ospedale. Mentre assistono la signora Parker, Mary Jane confida a Peter di avere una cotta per Spider-Man, che l’ha salvata in diverse occasioni, e, sapendo che Peter è noto per essere il “fotografo ufficioso” dell’Uomo Ragno, gli domanda se l’eroe ha mai chiesto di lei. In questo frangente Peter rivela i suoi sentimenti per Mary Jane ma proprio in quel momento arriva Harry, venuto per visitare zia May e vede Peter e Mary Jane che si tengono per mano. Conoscendo i sentimenti dell’amico per la ragazza e vedendo che ella lo ricambia, Harry decide di farsi da parte, confidando il tutto a suo padre Norman. Ma così facendo, Harry rivela involontariamente a Goblin il punto debole di Spider-Man, cioè l’amore che prova per la ragazza. Durante la notte Norman rapisce Mary Jane e la porta sul ponte di Queensboro dove la sporge pericolosamente sul vuoto tenendo in ostaggio anche una funivia piena di persone. Quando Spider-Man giunge sul posto, Green Goblin pone l’eroe davanti a una scelta: la vita della gente di New York o quella di Mary Jane, dopodiché molla entrambi gli ostaggi lasciando l’eroe a decidere chi salvare e chi sacrificare. Nonostante ciò, Spider-Man riesce a salvare sia Mary Jane sia la funivia posandoli su un battello, mentre un gruppo di cittadini lo aiuta attaccando il criminale. Goblin riesce poco dopo comunque a prendere in disparte Spider-Man, scagliandolo in un ospedale abbandonato e ferendolo seriamente. Nel cuore del vecchio e decadente edificio, Goblin e Spider-Man si affrontano in un combattimento all’ultimo sangue dove Goblin ha nettamente la meglio, ma proprio quando per Spider-Man sembrava ormai finita, l’eroe riesce ad avere un’incredibile reazione e a ribaltare le sorti dello scontro mettendo alle strette Goblin. È in quel momento che Norman si rivela al ragazzo, supplicandogli perdono mentre richiama l’aliante con un comando a distanza con l’intenzione di uccidere Spider-Man alle spalle. Tuttavia l’eroe avverte il pericolo col suo senso di ragno e lo schiva appena in tempo, mentre Osborn rimane trafitto fatalmente dalle lame dell’aliante e spira sotto gli occhi del ragazzo, facendogli promettere di non rivelare ciò a Harry. Spider-Man riporta il corpo di Norman nella sua casa dove viene sorpreso da Harry, che, pur non riconoscendolo, si convince della colpevolezza del supereroe nell’assassinio di suo padre e giura vendetta durante il funerale di Norman. Al termine del servizio funebre, Peter viene avvicinato da Mary Jane, che rivela di amarlo. Peter, non volendo mettere in pericolo l’amata coinvolgendola nella sua vita da supereroe, le dice di restare amici e si allontana, accettando le sue responsabilità da Spider-Man. Regia di Sam Raimi. Con: Tobey Maguire, Willem DafoeKirsten Dunst e James Franco Fonte: WIKIPEDIA
Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *