domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Sport in Pillole > Samb: una squadra incerottata renderà visita al Mantova con il Montero bis

Samb: una squadra incerottata renderà visita al Mantova con il Montero bis

samb

Samb: una squadra incerottata renderà visita al Mantova con il Montero bis

di Marco De Berardinis

Rossoblu decimati tra squalifiche ed infortuni. Si giocherà domenica al Martelli alle h.17:30

Dopo le dimissioni a sorpresa di Zironelli, la Samb, guidata nuovamente da Montero, renderà visita al Mantova di Troise, gara valida per la quinta giornata di ritorno, che si disputerà domenica 14 febbraio alle h.17:30 allo stadio Martelli di Mantova.

Dopo il terremoto a livello tecnico, una Samb a dir poco incerottata, cercherà di portare a casa un risultato positivo, contro un squadra, il Mantova, desideroso di riscatto dopo tre sconfitte consecutive, l’ultima delle quali a Perugia (4-2). Non sarà una gara facile quella che attende i rossoblu, anzi molto impegnativa, in primis perché il Mantova, nonostante le tre sconfitte, ha un organico di tutto rispetto, allestito per primeggiare nel girone, in secondo luogo perché i rossoblu saranno privi di diverse pedine, tra infortuni e squalifiche, ed infine perché il tecnico Montero, appena tornato,  applica un modulo di gioco diverso da quello di Zironelli, con giocatori che si dovranno adattare al 4-3-1-2, rispetto al 3-5-2 del tecnico veneto.

Dando uno sguardo ai movimenti di mercato della squadra virgiliana, mercato che si è concluso lo scorso 1 febbraio, la società ha fatto degli aggiustamenti ad una rosa già competitiva, al tal proposito ha acquistato il centrale difensivo Lucas Felipe e l’attaccante Adama Sane dal Verona, le punte Lamine Savane dal Brescia e Gianmarco Zigoni dal Novara.

I ragazzi di Emanuele Troise attualmente sono decimi in classifica con 32 punti, 5 in meno dei rossoblu, ancora in zona play off, frutto di 9 vittorie, 5 pareggi e 9 sconfitte, con 32 goal fatti e 35 subiti. Come già detto, vengono da 3 sconfitte consecutive in cui hanno incassato 12 goal. Nell’ultima gara interna il Mantova è stato sconfitto 0-6 dal Padova. L’ultima vittoria risale allo scorso 24 gennaio, quando al Martelli vinse con la Fermana 1-0.

All’andata i rossoblu vinsero 2-0, con due eurogol di Nocciolini e Botta, sulla panchina degli adriatici sedeva Montero, che domani tornerà in panchina proprio contro i virgiliani. Mentre per quanto riguarda i precedenti tra le due squadre al Martelli sono 6, con 1 vittoria dei rossoblu, 1 pareggio e 4 sconfitte.

Contro i biancorossi il tecnico Montero, dovrà fare la conta dei disponibili, visto che tra squalificati e infortunati, ne mancheranno ben otto, nello specifico, non saranno della contesa Cristini, D’Ambrosio, Angiulli e D’Angelo per squalifica, Maxi Lopez, Shaka Mawuli, Bacio Terracino e Lavilla per infortunio e Ivan Rossi in attesa che finisca la quarantena, mentre torna disponibile Di Pasquale, dunque una Samb da inventare dovrà affrontare una squadra desiderosa di rivalsa, come già detto, dopo i tre k.o. consecutivi.

Per quanto riguarda il modulo, il tecnico uruguagio dovrebbe optare per un 4-4-1-1, viste le tante assenze, dunque con la difesa a quattro di cui dovrebbero farne parte Fazzi a destra, Biondi ed Enrici in mezzo e Liporace a sinistra. In mezzo al campo dovrebbero giostrare Lombardo, De Ciancio, Mehmetaj e Trillò, con Botta che agirà da seconda punta al fianco di Lescano.

Questo dunque il probabile undici che dovrebbe schierare il tecnico uruguagio al Martelli: Nobile tra i pali, linea difensiva a quattro composta da destra a sinistra da Fazzi, Biondi, Enrici e Liporace, centrocampo a quattro formato da Lombardo, De Ciancio, Mehmetaj e Trillò, davanti Botta e Lescano.

Dall’altra parte il tecnico dei virgiliani Troise, dovrebbe confermare, nonostante la sconfitta, l’undici del Renato Curi di Perugia. Fermo restando il 4-3-3 di partenza, dovrebbe essere questa la formazione anti-Samb: Tozzo tra i pali, linea difensiva a quattro composta da Bianchi, Checchi, Baniya e Pinton, cerniera di centrocampo a tre formata da Militari, Saveljevs e Gerbaudo, tridente offensivo composto da Gruccione, Ganz e Cheddira.

L’arbitro dell’incontro sarà il signor Adalberto Fiero di Pistoia. Il fischio d’inizio è fissato per le h.17:30 di domenica 14 febbraio. La gara si disputerà a porte chiuse.

Nuovo staff tecnico – Con il ritorno in panchina di Montero, cambierà anche lo staff tecnico, nello specifico, Stefano Visi tornerà ad essere il preparatore dei portieri della prima squadra che verrà affiancato da Paolo Mancini. Il vice allenatore sarà Mauro Ardizzone, il preparatore atletico Oscar Piergallini. Infine il nuovo coordinatore tecnico del settore giovanile sarà Sergio Zanetti, fratello del vice presidente dell’Inter Javier.

Rinnovi – Dopo il rinnovo di Di Pasquale, contratto prolungato fino al 30 giugno 2023, il giovane Enrici, arrivato in estate prestito dal Torino, ha sottoscritto un accordo fino al 30 giugno 2023, si tratta del primo contratto da professionista per il giovane difensore. Infine anche il centrocampista Angiulli ha prolungato con il suo contratto con i rossoblu fino al 30 giugno 2023.

Intervista pre-gara – Ecco alcune dichiarazioni di mister Montero alla vigilia del match contro il Mantova. “Ho trovato una Samb viva, i ragazzi sono allegri e mi aspetto una buona gara e sono molto felice di essere tornato”. Montero ha ripreso in mano una squadra reduce da due risultati deludenti: “Nelle gare che ho visto non mi è sembrata una cattiva squadra, ora l’obiettivo è quello di fare punti”. “Non dobbiamo pensare alle tante assenze, chi entra in campo darà il suo apporto. Abbiamo provato sia la difesa a 3 che la difesa a 4. Abbiamo allenato meno lo schieramento a 3 perchè i ragazzi lo conoscono già, avendoci giocato in questi mesi. Ho ritrovato una squadra viva, con giocatori allegri: mi aspetto una buona gara e sono molto felice di essere tornato”.

Paolo Montero descrive positivamente l’umore della squadra al suo rientro. “Non ho visto male la squadra nelle ultime partite, ho espresso ai ragazzi la felicità per essere tornato e ho detto loro che se vogliamo arrivare tra le prime cinque-sei, non possiamo permetterci di perdere punti con le squadre di “seconda fascia”. Sono una persona che parla poco, la cosa più importante era trasmettere a loro che lo staff ha entusiasmo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net