venerdì, Aprile 16, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film d’autore stasera in TV: “Shakespeare in Love” mercoledì 10 marzo 2021

Il film d’autore stasera in TV: “Shakespeare in Love” mercoledì 10 marzo 2021

film shakespeare in love

Il film d’autore stasera in TV: “Shakespeare in Love” mercoledì 10 marzo 2021 alle 21 su Iris (Canale 22) 

Shakespeare in Love.jpg

Shakespeare in Love è un film del 1998 diretto da John Madden con Joseph Fiennes, Gwyneth Paltrow, Judi Dench e Geoffrey Rush. Narra l’amore dello scrittore William Shakespeare nato durante la preparazione di Romeo e Giulietta per una nobildonna, Lady Viola.

Il film è stato insignito di molti premi, tra cui 3 BAFTA, 3 Golden Globe e 7 Oscar su 13 nomination.

Londra, 1593. L’impresario Philip Henslowe è braccato dal suo creditore Messer Fennyman, che lo minaccia di morte. Per salvarsi, gli promette una parte dei guadagni della nuova commedia di Shakespeare, Romeo e Ethel, la Figlia del Pirata. Il problema è che il giovane Will Shakespeare è a corto di idee e non ha scritto una sola riga della futura pièce, e perciò è alla ricerca di una donna che lo ispiri. Intanto Viola De Lesseps, giovane figlia di ricchi borghesi, trascorre le notti a recitare i versi dello stesso Shakespeare, sognando di poter un giorno far parte di una compagnia di teatro, cosa allora vietata alle donne.

Fortunatamente Christopher Marlowe, il poeta più famoso di Londra, dà a Shakespeare una idea per la commedia. Alle audizioni per trovare un Romeo, dopo una desolante schiera di aspiranti che recitano gli stessi versi di Marlowe, un giovane sconosciuto, Thomas Kent, recita una parte da I due gentiluomini di Verona di Shakespeare, con tanto sentimento che lo stesso Shakespeare lo rincorre fino a villa De Lesseps per parlargli. Shakespeare non vuole lasciarsi sfuggire il promettente Romeo, Thomas Kent, che altri non è che la stessa Viola in abiti maschili; nel frattempo la madre comunica a Viola che il padre l’ha promessa in sposa a Lord Wessex, un nobile alla ricerca di capitali per finanziare le piantagioni di tabacco in Virginia.

Ad un ballo a casa De Lesseps, Will vede Viola e tra i due è amore a prima vista; se ne accorge anche Wessex; quando il nobile lo minaccia, Will, impaurito, si spaccia per Marlowe. Corre sotto il balcone di lei, ma i suoi intenti falliscono e, trovatosi in cima al balcone faccia a faccia con la balia, scappa inseguito dalle guardie. Il pensiero di lei non lo lascia un secondo e lo spinge a consegnare a Thomas Kent una lettera d’amore. Lei non rivela la sua vera identità per scoprire i sentimenti di Will e al contempo per cercare di fargli capire che, anche se lo ama, lei deve sposare Wessex. Ma un giorno Will viene a sapere da un barcaiolo che quel Kent che era con lui sulla barca altro non era che la stessa Viola. Con questa nuova ispirazione, la commedia comincia a prendere forma. Il problema sono gli attori davvero scadenti, ma per fortuna torna in città Ned Alleyn con la Compagnia dell’Ammiraglio e tutto va per il meglio. Persino il rude Fennyman comincia ad appassionarsi al teatro e alla sua magia.

Un giorno Will rincorre Viola fin nel palazzo, dove scoppia la passione e l’amore. I loro dialoghi diventano i versi della commedia, che pian piano comincia a diventare qualcosa di diverso e più drammatico. Will non perde un attimo per stare con la sua amata, neanche quando lei deve andare all’udienza con la regina per avere il consenso per il matrimonio con Wessex. Anche se Will è travestito da balia, la regina lo riconosce; intelligente, ma decisa a non ostacolarli, la regina capisce tutto e fa una scommessa con Wessex sulla possibilità di rappresentare il vero amore a teatro.

Capitano però due incidenti: Marlowe viene ucciso in una rissa e Will si sente colpevole perché pensa che lo abbia fatto uccidere Wessex credendolo lui; Wessex, pensando morto l’innamorato di Viola, lo dice a lei che pensa sia morto Shakespeare. Chiariti gli equivoci, i due capiscono che il loro amore è assolutamente vero, ma anche che è impossibile stare insieme per la vita. Viola viene anche scoperta come donna e cacciata dal teatro, che viene chiuso dal severo Messer Tilney. Anche qui la fortuna aiuta Shakespeare: Richard Burbage, dopo una furibonda rissa con la Compagnia dell’Ammiraglio, decide comunque di cedere il suo teatro alla compagnia rivale.

Viola si sposa con Wessex, come volevano i genitori e lo stesso giorno Will si appresta a mettere in scena l’opera completata, ora diventata la tragedia Romeo e Giulietta, recitando lui stesso il ruolo di Romeo. Ma all’uscita dalla chiesa Viola vede la locandina della tragedia e scappa a vederla. Purtroppo l’attore che interpreta Giulietta è impossibilitato a recitare e tutto sembra precipitare. Tra il pubblico, Viola lo viene a sapere e si offre di recitare la parte. La tragedia ottiene un successo trionfale, ma ancora una volta Viola viene scoperta e tutti stanno per finire in prigione. A salvarli è la regina stessa, che ha assistito in incognito alla rappresentazione, asserendo che Viola è un uomo; colpita dalla bellezza dell’opera, invita Shakespeare a scrivere per lei; Viola suggerisce così a Will una nuova storia, La dodicesima notte, che ancora una volta è la “loro” storia: una donna che recita per amore una parte da uomo.

Il matrimonio di Viola però non può essere annullato e Viola deve partire per la Virginia con Wessex. Il suo amore con Will è potuto solo essere “una stagione rubata”. Ma il pensiero di lei sarà la sua ispirazione per sempre.

Regia di John Madden

Con Joseph Fiennes, Gwyneth Paltrow, Judi Dench e Geoffrey Rush

Fonte: WIKIPEDIA

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *