lunedì, Aprile 12, 2021
Home > Marche > Ascoli Nostra denuncia: “Il centro storico perde i pezzi”

Ascoli Nostra denuncia: “Il centro storico perde i pezzi”

ascoli nostra

“Il centro storico di Ascoli sta perdendo preziosi pezzi da edifici ed arredi monumentali”

ASCOLI PICENO – Riceviamo e pubblichiamo: “Sono tantissimi i casi di frammenti staccati per incuria o per vandalismo, perduti definitivamente o che rischiano di scomparire se non si interviene tempestivamente. Ne citiamo alcuni per testimoniare la grave situazione: La parte inferiore della bocca di una delle due leonesse della fontana detta “Dei Cani”, la base della colonnina del portale di S. Francesco, una lastra della seduta della Loggia dei Mercanti divelta per una prova di forza di qualche sconsiderato, un pezzo d’angolo del fregio del pozzo del chiostro di S. Francesco, il capitello sommitale della fontana ex Rua del Pozzetto ricollocata da Ascoli Nostra in piazza S. Tommaso; in questo caso segnalammo immediatamente il capitello divelto e buttato a terra dai soliti vandali.

Nessuno intervenne e adesso il capitello è scomparso. Il Comando dei Vigili Urbani dovrebbe farsi carico di recepire le segnalazioni e far intervenire tempestivamente per il recupero dei frammenti. Spesso i pezzi giacciono in terra per qualche giorno prima di scomparire, raccogliendoli immediatamente alla prima segnalazione sarebbe facilissimo ricollocarli con un minimo intervento. Caso molto più complicato se il frammento è mancante: in questo caso bisogna ricostruire il pezzo e non sempre si trovano i fondi necessari ma soprattutto è sempre più difficile trovare dei bravi artigiani in grado di riprodurli. Ascoli Nostra ha provato in diverse occasioni a promuovere una scuola tenuta dalle vecchie maestranze che possano tramandare le tecniche ad aspiranti scalpellini, fabbri e muratori per non perdere un’arte preziosa per la nostra città.

Riteniamo inoltre che sia necessario istituire un apposito servizio di riferimento a cui i cittadini possano segnalare i danneggiamenti riscontrati. Molto utile sarebbe anche coinvolgere e sensibilizzare gli addetti alla pulizia della città, che ne conoscono tutti gli angoli percorrendoli ed operandoci quotidianamente, affinché segnalino tempestivamente all’ufficio preposto i danni che man mano si presentano”.

Ascoli Nostra

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *