lunedì, Ottobre 25, 2021
Home > Italia > Fassino: “L’Italia può facilitare il dialogo israelo-palestinese”

Fassino: “L’Italia può facilitare il dialogo israelo-palestinese”

fassino

Fassino: “L’Italia può facilitare il dialogo israelo-palestinese

Ieri, sabato 27 Marzo, alle 12 l’on. Piero Fassino, alla luce dello stallo dei negoziati israelo-palestinesi e dell’incertezza sulle prospettive politiche post-elettorali in Israele, ha incoraggiato le attività della società civile italiana per facilitare il dialogo israelo-palestinese nel primo di una serie di dibattiti sul conflitto e sui Luoghi Santi di Gerusalemme che Prospettive Mediterranee ha trasmesso in diretta streaming sulla propria pagina Facebook (https://www.facebook.com/prospettive.mediterranee). 

Secondo Fassino, Presidente della commissione esteri della Camera e Presidente del CeSPI (socio come Prospettive Mediterranee della Rete Italiana per il dialogo Euro-mediterraneo RIDE-APS, Capofila della Fondazione Anna Lindh in Italia) lo scenario della regione è in grande movimento, sottolineando quattro fattori di cambiamento, l’accordo di AbramoLa vittoria di Bidenle elezioni israeliane e quelle palestinesi.

In questo contesto dinamico l’Unione Europea, ma in particolare l’Italia, anche attraverso la società civile organizzata, può facilitare la ricostruzione della fiducia tra le parti, per negoziati di pace realistici e possibili.

Il Presidente di Prospettive Mediterranee Dott. Enrico Molinaro, che coordina gli incontri mensili con la Dott.ssa Greta Spreafico, Coordinatrice dell’iniziativa annuale inter-istituzionale euro–mediterranea Ponza Prima-Med 2021 (in collaborazione con gli enti locali dell’Arcipelago e con la Fondazione PRIMA), e la Dott.ssa Viola Moro, Coordinatrice dell’iniziativa italo-francese Scaena Mediterranea sui Teatri antichi greci e romani nel Mediterraneo, ha invitato Fassino e tutti gli interessati alla Terza edizione di Ponza Prima-Med, nell’Arcipelago dove Pertini, Nenni e Terracini erano confinati  (1937-1939 a Ponza, 1939-1943 a Ventotene) con Altiero Spinelli, che 80 anni fa scrisse il famoso Manifesto per l’Europa libera e unita.

L’associazione, in collaborazione con la RIDE-APS ed altri soci della stessa RIDE-APS, presenterà a Ponza il 14-16 settembre 2021 l’evoluzione e le possibili applicazioni pratiche del Manifesto Euro-Med per lo sviluppo sostenibile (ideato nella Seconda edizione di Ponza Prima-Med il 13-14 settembre 2020), e le iniziative sull’economia circolare a Gaza e sulla protezione degli edifici religiosi, in collaborazione con UNAOC, e verificherà in loco la fattibilità concreta di trasformare la Villa delle Tortore al centro dell’isola in un Centro Euro-Med di alta formazione e Science Diplomacy sulla sostenibilità (economia circolare, lotta al cambiamento climatico, sicurezza alimentare e Cucina identitaria) a favore di giovani e donne del Mediterraneo.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net