lunedì, Dicembre 6, 2021
Home > Abruzzo > Roccascalegna, la storia del castello e del lanciafiamme bizantino

Roccascalegna, la storia del castello e del lanciafiamme bizantino

Roccascalegna, la storia del castello e del lanciafiamme bizantino

CHIETI – Uno dei castelli più belli e pittoreschi d’Italia, è a Roccascalegna, borgo medievale della Provincia di Chieti, nel Sangro – Aventino, un maniero su cui aleggiano leggende e in cui è custodito pressoché l’unico lanciafiamme bizantino d’Europa, arma d’assedio medievale che utilizzava il temibile fuoco greco.

Qui, inoltre, viveva il barone Corvo De Corvis che , secondo la leggenda popolare, ripristinava nel 1646 il cosiddetto diritto feudale dello Ius Primae Noctis. Il barone venne assassinato da un marito geloso e, secondo i racconti popolari, lasciò la sua impronta della mano insanguinata sul muro della torre nobiliare del maniero crollata negli anni Quaranta del Novecento.

Castello di Roccascalegna

Le curiosità sulla storia di questo castello ci sono raccontate in una breve intervista da Marcello Giangiordano della Pro Loco di Roccascalegna: https://youtu.be/zBeo2WJXPk0

Cristiano Vignali