martedì, Dicembre 7, 2021
Home > Abruzzo > Sussidiarietà Orizzontale oggi, ce ne parla Manlio Madrigale

Sussidiarietà Orizzontale oggi, ce ne parla Manlio Madrigale

CHIETI – Manlio Madrigale, personalità impegnata nel sociale e nel politico, da sempre sensibile alle esigenze delle persone fragili, responsabile dell’Associazione Diritti in Movimento di Chieti, del Comitato Città Unite Abruzzo “G. La Pira” e del Comitato Sussidiarietà Orizzontale, ci ha invitato per parlarci della valenza del principio della Sussidiarietà Orizzontale oggi.

La sussidiarietà orizzontale ha trovato, inizialmente, riconoscimento nell’art. 2 della l. n. 265/1999, confluito poi nella l. n. 267/2000 e, infine, nell’art. 118, co. 4, Cost., secondo il quale Stato, regioni, città metropolitane, province e comuni favoriscono l’autonoma iniziativa dei cittadini, singoli o associati, per lo svolgimento di attività di interesse generale, sulla base appunto del principio di sussidiarietà. La sussidiarietà orizzontale esprime il criterio di ripartizione delle competenze tra enti locali e soggetti privati, individuali e collettivi, operando come limite all’esercizio delle competenze locali da parte dei poteri pubblici: l’esercizio delle attività di interesse generale spetta ai privati o alle formazioni sociali e l’ente locale ha un ruolo sussidiario di coordinamento, controllo e promozione; solo qualora le funzioni assunte e gli obiettivi prefissati possano essere svolti in modo più efficiente ed efficace ha anche il potere di sostituzione (Enciclopedia Treccani).

Ma, sentiamo, a tal proposito, cosa ha dichiarato Manlio Madrigale ai nostri microfoni: https://www.youtube.com/watch?v=zyLP6HQcjcQ&t=6s

Cristiano Vignali

RIPRODUZIONE RISERVATA@Copyright LaNotizia.net