martedì, Novembre 30, 2021
Home > Mondo > L’ultraconservatore Ebrahim Raisi è il nuovo presidente dell’Iran

L’ultraconservatore Ebrahim Raisi è il nuovo presidente dell’Iran

Ebrahim Raisi

L’ultraconservatore Ebrahim Raisi è il nuovo presidente dell’Iran

Raisi è il giudice supremo dell’Iran e ha opinioni ultraconservatrici. È soggetto alle sanzioni statunitensi ed è collegato a passate esecuzioni di prigionieri politici.

Il presidente iraniano è il secondo funzionario più alto nel paese, dopo il leader supremo, ha un’influenza significativa sulla politica interna e sugli affari esteri. Ma nel sistema politico iraniano è il leader supremo del paese, l’ayatollah Ali Khamenei, il massimo esponente religioso, che ha l’ultima parola su tutte le questioni statali.

L’Iran è gestito secondo valori religiosi conservatori e sono stati posti limiti alle libertà politiche dalla rivoluzione islamica nel 1979. Molti iraniani hanno visto queste elezioni come progettate per la vittoria di Raisi.

Chi è Ebrahim Raisi?

Il 60enne religioso ha lavorato come pubblico ministero per la maggior parte della sua carriera. È stato nominato capo della magistratura nel 2019, due anni dopo aver perso contro Hassan Rouhani alle ultime elezioni presidenziali.

I due principali candidati rivali dell’ultraconservatore Ebrahim Raisi già da prima che il risultato fosse ufficiale hanno riconosciuto la sua vittoria nelle elezioni presidenziali in Iran, congratulandosi con lui. Lo riferiscono le agenzia Irna e Fars.

Secondo quanto riferisce la Fars, il candidato moderato Abdolnasser Hemmati, in un messaggio a Raisi gli ha fatto le congratulazioni, riconoscendolo come ottavo presidente e auspicando che “le sue iniziative sulla scena interna e internazionale portino onore alla Repubblica islamica, uno sviluppo dell’economia, la calma e il benessere per il popolo iraniano”.

Anche il conservatore Mohsen Rezai, ex comandante delle Guardie della Rivoluzione, ha inviato un messaggio congratulandosi con la Guida suprema Ali Khamenei e con “il presidente eletto Raisi”, definendo le elezioni una prova e “una pagina d’oro” nella storia della nazione iraniana.

Il presidente uscente iraniano Hassan Rohani ha incontrato oggi quello eletto Ebrahim Raisi, che entrerà in carica il 3 agosto. Lo rende noto la televisione di Stato. Rohani, citato dall’agenzia Irna, ha detto di sperare che nei restanti 45 giorni del suo mandato si creerà “una situazione migliore, compresa la revoca delle sanzioni Usa e una riduzione della diffusione del Covid per lasciare una migliore atmosfera al prossimo governo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net