domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Lazio > Paliano, violento scontro frontale lungo la Palianese: coinvolti tre mezzi

Paliano, violento scontro frontale lungo la Palianese: coinvolti tre mezzi

ascoli piceno

PALIANO– Gravissimo incidente lungo la strada che collega Paliano a Colleferro, nei pressi di un agriturismo.

Stando alle informazioni apprese, erano da poco trascorse le 6:30 di questa mattina, quando, per cause ancora in corso di accertamento, si è verificato un frontale tra un furgoncino con a bordo due persone (padre e figlio minorenne di Olevano Romano) e due vetture.

Segnalato il sinistro, sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco di Fiuggi insieme ai Carabinieri ed il personale Ares 118, che è giunto sul luogo con diverse ambulanze.

Presenti anche tre elisoccorso, che hanno trasferito padre, figlio ed il conducente di una delle due auto, in ospedale per gli accertamenti del caso.

Illeso l’autista della terza vettura, che fortunatamente è stata presa di striscio.

Al momento, sono in corso le indagini da dei militari dell’arma, in modo da ricostruire le dinamiche esatte dell’accaduto.

Paliano è un comune italiano di 8 184 abitanti[1] della provincia di Frosinone nel Lazio.

Fin dal VI secolo gli atti ricordano la cittadina che nel XV secolo divenne possesso feudale dei Colonna, prima come ducato e poi come principato; assieme a PalestrinaGenazzano e, più tardi Marino, ne fu uno dei centri di potere sull’Agro, tanto che un ramo della famiglia ha preso il nome di ramo di Paliano.

Secondo la classificazione dei climi di Köppen, l’area gode di un clima mediterraneo temperato caldo. Gli inverni sono miti e piovosi alternati a rapidi e intensi picchi di freddo senza che si raggiungano, normalmente, temperature eccessivamente basse. L’estate è calda e siccitosa. La calura pomeridiana è talvolta interrotta da temporali benché si noti una leggera diminuzione di eventi temporaleschi nell’ultimo decennio rispetto al passato.

La media delle precipitazioni annuali si aggira intorno ai 1000 mm.

Il limite massimo per l’accensione degli impianti di riscaldamento è fissato a dodici ore giornaliere dal 1º novembre al 15 aprile, a meno che situazioni climatiche particolari non ne giustifichino l’uso in altri periodi dell’anno

Elisa Cinquepalmi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net