sabato, Settembre 25, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il Grande Teatro di Salemme in TV del 1° agosto alle 15.40 su Rai 5: “Bello di papà”

Anticipazioni per il Grande Teatro di Salemme in TV del 1° agosto alle 15.40 su Rai 5: “Bello di papà”

bello di papà

Anticipazioni per il Grande Teatro di Salemme in TV del 1° agosto alle 15.40 su Rai 5: “Bello di papà”

(none)

Per il Grande Teatro in TV in onda oggi domenica 1° agosto alle 15.40 su Rai 5 la commedia “Bello di papà” con la regia e l’interpretazione di Vincenzo Salemme.

L’ultimo appuntamento con il ciclo di Rai Cultura dedicato a Vincenzo Salemme è con la commedia da lui diretta e interpretata “Bello di papà”. Tra gli interpreti, oltre a Salemme, Antonella Elia, Massimiliano Gallo, Domenico Aria, Roberta Formilli, Antonio Guerriero, Biancamaria Lelli, Marcello Romolo 
Antonio, scapolo impunito, fidanzato da dodici anni, eterno Peter Pan, con una cura maniacale per la sua casa e i suoi oggetti, è determinato a non avere figli ma si trova costretto ad improvvisarsi papà di Emilio, suo caro amico quarantenne che, sotto ipnosi, su consiglio di uno psicanalista, deve rivivere la sua infanzia per risolvere il trauma infantile della mancanza del padre. La situazione si rivela frutto di un escamotage orchestrato dalla sua compagna per mostrargli le gioie della paternità e convincerlo ad avere un bambino. Regia televisiva di Cristina Fayad.

Bello di papà è una commedia teatrale di Vincenzo Salemme, andata in scena per la prima volta a Orvieto il 18 novembre del 2006, con la regia dello stesso autore, che vi ha inoltre recitato nel ruolo del protagonista. La commedia è poi andata in scena anche in numerose altre città italiane.

La commedia narra di una coppia, in cui il protagonista maschile non vuole avere figli, mentre ne desidera la sua compagna. La loro vita viene trasformata dalla necessità di accogliere in casa il miglior amico del protagonista, che crede di essere un bambino di sette anni e che progressivamente, nel giro di un mese, cresce fino a diventare maggiorenne. Si tratta di un inganno della compagna del protagonista, attraverso il quale si è proposta di dimostrare la bellezza dell’avere un bambino.