sabato, Settembre 25, 2021
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 12 settembre alle 9.20 su Rai 1: le incertezze per il futuro dei giovani 

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 12 settembre alle 9.20 su Rai 1: le incertezze per il futuro dei giovani 

sulla via di damasco

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 12 settembre alle 9.20 su Rai 1: le incertezze per il futuro dei giovani 

(none)

Sulla via di Damasco, su Rai2 le incertezze per il futuro di giovani e famiglie, tra covid e economia  

Con settembre ci sarà un nuovo inizio? Sarà possibile un ritorno alla normalità? Come liberarsi dalle paure di questo tempo per accettare le sfide e le novità che arriveranno?  Domande che Eva Crosetta rivolge a Marco Tarquinio, direttore del quotidiano Avvenire, durante la prossima puntata di Sulla Via di Damasco, in onda domenica 12 settembre, ore 9.15 su Rai2. Giovani spesso soli e pieni di incertezze, dalla Comunità di Trivigliano (FR), le testimonianze di chi vuole riprendersi la speranza dopo la pandemia. Quale posto avrà la famiglia per affrontare l’incertezza del domani? La parola a Maria Chiara e Michele, genitori di 8 figli, che guardano al futuro con creatività e positività nonostante i rischi che si annidano dietro un ritorno alla normalità con molte incognite. Poi con il prof. Stefano Zamagni uno sguardo sull’economia e alle sue diseguaglianze per dare inizio al nuovo sentiero dello sviluppo umano integrale. Il programma di Vito Sidoti termina con le parole di Papa Francesco sulla crisi umanitaria in Afghanistan. La regia è curata da Alessandro Rosati. 

Sulla via di Damasco è un programma televisivo italiano di approfondimento culturale e religioso[1] dedicato al tema del cattolicesimo, trasmesso da Rai 2 a partire dal 2002 e condotto dal 2004 da Giovanni D’Ercole e dal 20 gennaio 2019 da Eva Crosetta.

La trasmissione, nata nel 2002-2003 sulle ceneri dei precedenti Prossimo tuoMillennium e Terzo Millennio, ha avuto per le prime due stagioni il formato del reportage monografico (dai 30 ai 50 minuti), ponendosi come trasmissione di approfondimento culturale e spirituale, realizzando servizi in Italia e fuori da essa. Dal 2004 diventa una trasmissione in studio con il contributo di filmati e ospiti. Dal 2014 la durata è annuale e si è arricchito dei profili social ufficiali Twitter e Facebook[2].

Il programma è stato ideato e condotto fino al 5 gennaio 2019 dal vescovoGiovanni D’Ercole[3][4]. Il programma è stato ideato dallo stesso Giovanni D’Ercole[5], che ne è autore con Vito Sidoti[6] e Roberto Milone (quest’ultimo fino al 2013). D’Ercole nel 2019 ha passato il testimone alla conduttrice Eva Crosetta. Il programma è a cura di Annarita Trimarchi, il produttore esecutivo è Anna Santopadre. Dal 2008 il programma ha come collaboratore don Davide Banzato che è stato anche inviato nei servizi in esterno dal 2010 al 2015[7][8][9][10]. Attualmente collaborano con l’autore Vito Sidoti anche Domitia Caramazza ed Emiliano Fiore; come registi Marina Gambini, Raffaele Genovese, Alessandro Rosati, Paola Vannelli, Maria Cristina Buttà. Il programma è realizzato presso lo Studio 1 della Rai in via Teulada.