mercoledì, Ottobre 27, 2021
Home > Abruzzo > Santa Maria Arabona, appello al Vescovo Forte per il cambio Gestione

Santa Maria Arabona, appello al Vescovo Forte per il cambio Gestione

Santa Maria Arabona, appello al Vescovo Forte per il cambio Gestione

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa del Comitato “Manoppello Sicura” – “Appello al Vescovo Forte dai 500 Firmatari per cambio Gestione dell’Abbazia, dopo la devastazione del Giardino

PESCARA – “Dopo tanti mesi di proteste si è svolta l’attesa manifestazione di protesta pubblica davanti il Giardino dell’Abbazia S. Maria Arabona organizzato dal Comitato “Manoppello Sicura” che ha visto numerosi cittadini manifestare la propria indignazione in particolare per la devastazione del Giardino e anche per le associazioni allontanate e i turisti che in più occasioni sono rimasti fuori con il giardino chiuso.

Daniele Parlante annuncia“Abbiamo raccolto 500 Firme di cittadini indignati che, insieme ai presenti alla protesta, chiedono i seguenti punti: Sollevare da ogni incarico l’attuale Gestione e nomina di un nuovo Rettore, affidare il giardino a uno staff multidisciplinare di esperti. Ora ci appelliamo al Vescovo Forte, chi ha causato questo non può continuare a gestire”.

Si compattano sempre più i cittadini indignati presenti alla protesta, i 500 firmatari e le associazioni di tutela Ambientale. Presente alla manifestazione Alberto Colazilli, presidente Nazionale di Conalpa-Coordinamento Nazionale Alberi e Paesaggio in rappresentanza anche del Fai Pescara e Pro Natura Abruzzo, che ha dichiarato:

“Ribadiamo la condanna unanime per la devastazione arrecata al Giardino Storico S. Maria Arabona che ha causato danni per decine di migliaia di euro. E’ stato presentato in Soprintendenza un progetto di ripristino dalla Curia, aspettiamo di visionare il progetto esecutivo e capire cosa si farà. Una cosa è certa, non si può pensare di ripristinare un giardino storico con sporadici interventi non programmati e senza coinvolgere validi esperti. Occorre staff multidisciplinare per la realizzazione e successiva gestione, che rimane una delle questioni più delicate e difficili da risolvere”. Presente il Vice Presidente Nazionale Giulio De Colibus dell’Archeoclub d’Italia che ha evidenziato la gravità dei danni arrecati al Giardino e la disponibilità a costituirsi parte civile nel caso di attivazione di procedimenti penali. “Il giardino e l’abbazia sono un bene di tutta la collettività, simboli della storia d’Abruzzo, quindi non possono essere usati senza rispettare le regole di tutela e coinvolgere staff multidisciplinari di esperti di beni culturali e ambientali.”

Dott. Daniele Parlante – Comitato “Manoppello Sicura”

Cell. 392 1202919

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione scrive senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è la Associazione culturale “La Nuova Italia” che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net