mercoledì, Dicembre 8, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film romantico stasera in TV: “Cime Tempestose” domenica 17 ottobre 2021

Il film romantico stasera in TV: “Cime Tempestose” domenica 17 ottobre 2021

cime tempestose

Il film romantico stasera in TV: “Cime Tempestose” domenica 17 ottobre 2021 alle 21:25 su TV 2000 (Canale 28)

CimeTempestose1992.png

Cime tempestose è un film del 1992 diretto da Peter Kosminsky, adattamento dell’omonimo romanzo di Emily Brontë. con Ralph Fiennes e Juliette Binoche.

Questo è stato il debutto cinematografico di Ralph Fiennes .

Questo particolare film è noto per includere la storia di seconda generazione, spesso omessa, dei figli di Cathy, Hindley e Heathcliff. [1]

La storia è quella dell’amore feroce e appassionato tra la ragazza selvaggia e amante della brughiera Catherine Earnshaw e il povero spirito altrettanto selvaggio che suo padre accoglie per essere cresciuto come suo fratello, Heathcliff.

Quando suo padre muore, il fratello biologico di Catherine, geloso del fatto che Heathcliff fosse il preferito di suo padre, tratta Heathcliff come un servo e lo fa picchiare. La storia segue la storia dell’amore feroce di Healthcliff e Catherine e della rabbia, del dolore, della gelosia e della vendetta di Heathcliff che mette in atto spietatamente sull’uomo che si frappone nel suo matrimonio, Edgar Linton.

L’amore di Heathcliff e Catherine è dipinto con intensi toni romantici in contrasto con l’artificio superficiale e il sentimento superficiale dell’alta società rappresentata dai Linton.

Alla fine Catherine muore e un devastato Heathcliff la implora di perseguitarlo come un fantasma.

.La storia segue poi come sua figlia con Linton e suo figlio con la sorella di Linton – che Heathcliff inganna per sposarlo e poi tratta con grande crudeltà – si innamorano.

Il loro è il lieto fine romantico che viene negato a Heathcliff e Catherine, se non dopo la morte, camminando insieme come fantasmi nella brughiera.

Regia di Peter Kosminsky

Con Ralph Fiennes e Juliette Binoche

Fonte: WIKIPEDIA