lunedì, Novembre 29, 2021
Home > Anticipazioni TV > Il film thriller stasera in TV: “Meander” lunedì 8 novembre 2021

Il film thriller stasera in TV: “Meander” lunedì 8 novembre 2021

meander

Il film thriller stasera in TV: “Meander” lunedì 8 novembre 2021 alle 21.20 su Rai 4

(none)

Meander ( francese : Méandre ) è un film fantasy thriller francese del 2020 scritto e diretto da Mathieu Turi ed interpretato da Gaia Weiss e Peter Franzén.

Una donna è sdraiata in mezzo alla strada quando un’auto si avvicina, prima che la raggiunga si alza e si fa da parte. L’auto si ferma accanto a lei e l’uomo all’interno le offre un passaggio. Si presentano come Lisa e Adam. Nota che ha il tatuaggio di una croce sulla mano. Parlano e Lisa rivela che sua figlia Nina è morta e oggi sarebbe stato il suo nono compleanno. Dopo un po’, Lisa accende la radio e ascolta la notizia di un uomo che ha ucciso due persone. Il rapporto descrive un uomo con una croce tatuata sulla mano destra e Lisa si rende conto che si tratta di Adam, che frena sbattendo Lisa contro il cruscotto.

Lisa si sveglia in una piccola stanza con strane luci alle pareti e apparentemente senza via d’uscita. Ha uno strano dispositivo attaccato al polso che emana una luce gialla. Dopo un po’, una porta si apre e rivela uno stretto tunnel. Lisa striscia nel tunnel e la porta si chiude dietro di lei. Il dispositivo al polso suona un allarme e un timer lampeggia brevemente mostrando 11 minuti di conto alla rovescia.

Lisa striscia attraverso il tunnel superando vari ostacoli come un passaggio incredibilmente stretto che deve attraversare, una piattaforma che inizia a salire lentamente e quasi la schiaccia contro il soffitto, un corpo in putrefazione che le blocca la strada che cade a pezzi mentre cerca di spostarlo, un sezione che è inondata d’acqua e un pozzo acido con solo una sottile sporgenza su entrambi i lati su cui strisciare.

Ad un certo punto il tunnel davanti a lei è bloccato e il dispositivo sul suo polso si illumina di rosso e inizia il conto alla rovescia da 60. Le pareti sono improvvisamente allineate con tubi che sembrano riscaldarsi e una sezione del muro dietro di lei si apre. Si arrampica rapidamente nello spazio mentre una barriera di vetro la chiude e il tunnel dietro di lei è pieno di fiamme.

Lei va avanti e alla fine sente un uomo che chiama. Si ritrova intrappolata dietro una barriera, l’uomo intrappolato dietro un’altra barriera di fronte a lei, e un tratto di tunnel aperto tra di loro. L’uomo sta chiaramente perdendo la testa, i suoi capelli sono lunghi e ha la barba che indica che è stato in questo posto per molto tempo. Una sezione di muro si apre nel tunnel tra di loro e i tubi antincendio fiancheggiano le pareti, entrambe le loro barriere si sollevano contemporaneamente e corrono verso lo spazio sicuro. Dopo una lotta, Lisa prende il sopravvento e costringe l’uomo nel tunnel. La barriera di vetro cade tagliandogli il braccio che era attaccato al dispositivo. Vede il tatuaggio di una croce sulla mano e si rende conto che era Adam, che viene bruciato vivo mentre il fuoco riempie il tunnel. Poi sviene.

Si sveglia nello stesso spazio sicuro. Un teschio, attaccato a un tentacolo meccanico, appare dal soffitto e guarisce le sue ferite. Quindi si attacca a una parte della sua tuta e Lisa sperimenta un flashback di Adam che l’attacca con un coltello, lei viene pugnalata e cade dall’auto e una strana luce nel cielo.

Lascia lo spazio sicuro e prende il braccio di Adam con sé, lo esamina e vede che ci sono tre segni – un diamante, una croce e un diamante – sotto il dispositivo attaccato ad esso. Improvvisamente, una lama rotante appare di fronte a lei, costringendola a muoversi rapidamente all’indietro. Fugge per un pelo in un tunnel sopra.

Una sezione sopra di lei si apre e una strana creatura si infila nel tunnel con lei e giace ancora dietro di lei. Comincia a inseguirla e lei striscia attraverso una piccola sezione del tunnel che non può attraversare. Sembra essere umano ma gravemente bruciato; i suoi occhi sono bianchi e lucidi. Gli manca un braccio, suggerendo che si tratta di Adam, rianimato in qualche modo.

Arriva a una sezione con due tunnel tra cui scegliere, ricordando i segni sul braccio di Adam che cerca di capire quale prendere. Sceglie la sinistra e sente la voce di sua figlia Nina. Lisa segue la voce in una stanza bianca e luminosa che mostra immagini della sua vita, da se stessa da bambina che guardava suo padre, a vedere sua figlia cadere da una finestra verso la morte.

La creatura Adam bruciata appare sopra di lei e scende nella stanza e la insegue attraverso un tunnel. Alla fine del tunnel c’è un cielo nuvoloso e luminoso, ma il tunnel stesso è allineato con un filo affilato come un rasoio. Senza altra scelta che spingersi in avanti per sfuggire alla creatura, Lisa si fa strada attraverso i fili, ferendosi gravemente. Infine, non può muoversi a pochi passi dalla fuga. I tubi di fuoco appaiono dalle pareti, si apre uno spazio sicuro in cui rotola la creatura e Lisa chiude gli occhi e aspetta di morire. Poco prima che le fiamme colpiscano, il pavimento si apre e lei cade in salvo.

Si sveglia nella stessa stanza in cui ha iniziato. Ferita gravemente, scrive i simboli che aveva visto nel sangue sul muro affinché qualcun altro li trovi dopo di lei. Il teschio appare e inizia a guarirla ma lei gli dice che vuole morire mentre cancella i simboli dal muro, sta per iniettare – apparentemente per eutanasia – quando Lisa si accorge di aver cancellato solo parzialmente i simboli. Non erano due diamanti e una croce, erano 6 frecce che indicavano le direzioni da prendere. Dice al teschio di fermarsi e, ringiovanita, riparte. Supera facilmente gli stessi ostacoli di prima, questa volta sapendo come superarli.

Quando raggiunge la fossa dell’acido, brucia il fermaglio del suo dispositivo da polso e scopre la sua serie di segni sotto: due croci e un diamante che le dicono quali direzioni prendere. La creatura inizia a inseguire di nuovo quando Lisa raggiunge la spaccatura nel tunnel, lancia il suo dispositivo rimosso in un tunnel per attirare la creatura e prende l’altro.

Si imbatte in una strana porta biologica che conduce in una stanza simile a un utero. Striscia dentro e strane creature – forse alieni – possono essere viste muoversi dall’altra parte delle pareti dell’utero. Lascia l’utero da un’altra uscita ed entra in una stanza simile, dove nota il suo dispositivo da polso sul pavimento e la creatura bloccata in una porta davanti a lei. Recupera lentamente il dispositivo, ma fa scattare un allarme che sveglia la creatura e la insegue di nuovo.

Si spostano in un tunnel che riveste di nuovo le pareti con tubi antincendio. Lisa scappa nella stanza sicura e il vetro cade, ma questa volta il fuoco non arriva e il vetro si apre di nuovo e lei viene spinta di nuovo nel tunnel con la creatura. Lei lotta con lui, mettendo il piede sulla sua testa mentre il muro li spinge entrambi nel tunnel principale. La sua testa viene schiacciata contro il muro, uccidendolo.

Lisa usa il segno sul polso per trovare la strada. Alla fine trova sua figlia Nina che gioca con una palla. Si rende conto che sua figlia non è reale e le dice che deve andarsene in un altro modo. La figlia l’abbraccia dicendole “Sono orgogliosa di te, Lisa. Lo siamo tutti”, poi scompare.

Lisa striscia in un tunnel finale con tre lame che cadono a intervalli più veloci. Il primo è ogni 4 secondi e lei ce la fa. Il secondo è ogni 3, se la cava. Il terzo è ogni 2 che sembra impossibile. Poco più avanti c’è l’uscita con un cielo azzurro brillante. Determinata, si sforza di provarci e quasi ce la fa, ma il suo piede è reciso a metà. Striscia verso l’uscita, debole per la perdita di sangue, e scopre che è solo uno schermo con un video di un cielo.

Comincia a piangere mentre il tunnel si riempie di tubi di fiamma.

Improvvisamente, il soffitto si apre e lei inizia a fluttuare verso l’alto in una luce brillante. Si sveglia fuori su una roccia sotto un cielo azzurro brillante. Il suo piede è guarito. Nina appare davanti a lei. Lisa le chiede se è morta. Nina dice a Lisa che il suo corpo è morto molte volte, ma ora è al sicuro. Lisa le chiede cosa dovrebbe fare. Nina dice “Vivi”.

La telecamera si sposta verso l’alto, rivelando che si trovano su un bellissimo pianeta alieno.

Regia di Mathieu Turi

Con: Gaia Weiss e Peter Franzén

Fonte: WIKIPEDIA