domenica, Gennaio 23, 2022
Home > Anticipazioni TV > Il film consigliato stasera in TV: “Marie Heurtin” giovedì 9 dicembre 2021

Il film consigliato stasera in TV: “Marie Heurtin” giovedì 9 dicembre 2021

marie heurtin

Il film consigliato stasera in TV: “Marie Heurtin – Dal buio alla luce” giovedì 9 dicembre 2021 alle 21:25 su TV 2000 

Marie Heurtin - Dal buio alla luce.png

Marie Heurtin – Dal buio alla luce (Marie Heurtin) è un film del 2014 diretto da Jean-Pierre Améris ed interpretato dalle protagoniste Isabelle Carré Ariana Rivoire e Brigitte Catillon.

1897: nata sorda e cieca, la quattordicenne Marie Heurtin viene portata dal disperato padre all’istituto di Larnay e viene presa in cura dalla giovane suor Marguerite (nella versione originale francese Sainte-Marguerite) che cerca di fare il possibile per “farla uscire dal buio che l’avvolge”, nonostante lo scetticismo della madre superiora.

Dopo un primo difficile periodo, le due diventano amiche tanto che l’allontanamento di suor Marguerite per motivi di salute getta nello sconforto Marie. La suora tornerà e, anche se la malattia la porterà alla morte, riuscirà a finire le lezioni con Marie.

Il film si ispira alla vera storia di Marie Heurtin. La donna rimarrà all’istituto di Larnay fino alla morte, avvenuta all’età di 36 anni, insegnando alle ragazze sordo-cieche arrivate dopo di lei.

Isabelle Carré (Parigi28 maggio 1971) è un’attrice francese.

Inizia la propria carriera cinematografica nei primi anni novanta. Il suo primo ruolo importante è nel film Beau fixe (1992), che le vale la candidatura ai Premi César 1993 come migliore promessa femminile. È candidata nuovamente tre anni dopo per L’ussaro sul tetto (Le Hussard sur le toit) e una terza volta nel 1998 per l’autentico tour de force in La donna proibita (La femme défendue), in cui l’attrice è ininterrottamente in scena per l’intera durata del film. Questa straordinaria performance viene riconosciuta con il Premio Romy Schneider, destinato alle attrici emergenti francesi.

Nel 2003 giunge alla grande affermazione con il ruolo di una donna affetta da malattia di Alzheimer nel film Ricordo di belle cose (Se souvenir des belles choses), diretto da Zabou Breitman, che le fa conquistare il Premio César e il Premio Lumière.

Successive prove di rilievo, che fruttano nuove candidature ai César, sono quelle in I sentimenti (Les sentiments) (2003), Entre ses mains (2005) e Anna M. (2007).

Regia di Jean-Pierre Améris 

Con: Isabelle CarréAriana Rivoire e Brigitte Catillon

Fonte: WIKIPEDIA