martedì, Gennaio 25, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per il “Concerto di Natale” da Assisi del 25 dicembre alle 12.25 su Rai 1: con l’OSN della Rai diretta da William Eddins

Anticipazioni per il “Concerto di Natale” da Assisi del 25 dicembre alle 12.25 su Rai 1: con l’OSN della Rai diretta da William Eddins

assisi

Anticipazioni per il “Concerto di Natale” da Assisi del 25 dicembre alle 12.25 su Rai 1: con l’OSN della Rai diretta da William Eddins

(none)

Dai grandi classici come Stille Nacht di Franz Gruber o Panis Angelicus di César Franck, alla celeberrima Ave Maria di Schubert, passando per pagine di Vivaldi, Mendelssohn e Čajkovskij.

È il tradizionale Concerto di Natale dalla Basilica superiore di San Francesco ad Assisi dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, giunto alla 36esima edizione e trasmesso da Rai Cultura su Rai1 sabato 25 dicembre alle 12.25 circa, dopo la benedizione Urbi et Orbi del Santo Padre, e in replica alle 21.15 su Rai5.

Protagonista il grande tenore francese Roberto Alagna, che interpreta Stille Nacht e l’Ave Maria ma anche Minuit Chrétiens di Adolphe Adam e Mille cherubini in coro, sempre di Schubert.

Accanto a lui la star del violoncello HAUSER, apprezzato sia nel repertorio classico sia nelle incursioni crossover, che interpreta Panis Angelicus ma anche il celebre Largo di Händel dall’opera Serse e l’Ave Maria di Schubert insieme ad Alagna.

Con loro il Coro di voci bianche “I piccoli musici”, istruito da Mario Mora, impegnato in I will sing the spirit e The Lord bless you and keep you di John Rutter, oltre a Hark, the Herald Angels sing di Mendelssohn, canto tradizionale natalizio tratto da una poesia del pastore metodista Charles Wesley.

L’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai, diretta dall’americano William Eddins, propone anche pagine di Antonio Vivaldi, come il Concerto in re minore per archi e basso continuo RV 127, la Suite n. 1 dalle Antiche arie e danze per liuto di Ottorino Respighi, e la Serenata per archi op. 48 di Pëtr Il’ič Čajkovskij.

Assisi (AFI/asˈsizi/[4]) è un comune italiano di 28 059 abitanti[1] della provincia di Perugia in Umbria.

È nota per essere la città in cui vissero e morirono san Francesco, patrono d’Italia, e santa Chiara.