venerdì, Gennaio 28, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 26 dicembre alle 8.40 su Rai 2: Natale di rinascita

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 26 dicembre alle 8.40 su Rai 2: Natale di rinascita

sulla via di damasco

Anticipazioni per “Sulla via di Damasco” del 26 dicembre alle 8.40 su Rai 2: Natale di rinascita

(none)

Su Rai 2, conduce Eva Crosetto: storie di persone normali capaci di grandi dimostrazioni di fede 

San Francesco segna nuove vie per rinascere e guardare al futuro con speranza.

Tra gli affreschi di Giotto della Basilica Superiore di Assisi, puntata speciale di “Sulla via di Damasco” per conoscere da vicino le idee, le alternative ed i modelli che i francescani hanno prodotto per sconfiggere le tante pandemie virali, economiche e sociali che hanno minacciato nei secoli l’uomo.

Eva Crosetta, domenica 26 dicembre, su Rai2 alle 8.30, intervisterà Fra Felice Autieri, storico del Sacro Convento, interrogandolo su come l’utopia economica e sociale dei primi discepoli di San Francesco, possa ancora offrire le risposte ai problemi di questo tempo difficile, di disuguaglianze e precarietà.

Che economia e francescanesimo non siano un paradosso, lo dimostra la prima storia raccontata dal programma di Vito Sidoti: quella della Legatoria Tuderte, di Todi (PG); 9 operai racconteranno come, innescando la fiducia reciproca, hanno salvato la loro impresa e il lavoro dal fallimento e dalla chiusura. Con Fra Emanuele Gelmi, subito dopo, uno sguardo sulla vita di accoglienza che vibra nella Casa Papa Francesco (Assisi). 

Sulla via di Damasco è un programma televisivo italiano di approfondimento culturale e religioso[1] dedicato al tema del cattolicesimo, trasmesso da Rai 2 a partire dal 2002 e condotto dal 2004 da Giovanni D’Ercole e dal 20 gennaio 2019 da Eva Crosetta.

La trasmissione, nata nel 2002-2003 sulle ceneri dei precedenti Prossimo tuoMillennium e Terzo Millennio, ha avuto per le prime due stagioni il formato del reportage monografico (dai 30 ai 50 minuti), ponendosi come trasmissione di approfondimento culturale e spirituale, realizzando servizi in Italia e fuori da essa. Dal 2004 diventa una trasmissione in studio con il contributo di filmati e ospiti. Dal 2014 la durata è annuale e si è arricchito dei profili social ufficiali Twitter e Facebook[2].

Il programma è stato ideato e condotto fino al 5 gennaio 2019 dal vescovo Giovanni D’Ercole[3][4]. Il programma è stato ideato dallo stesso Giovanni D’Ercole[5], che ne è autore con Vito Sidoti[6] e Roberto Milone (quest’ultimo fino al 2013). D’Ercole nel 2019 ha passato il testimone alla conduttrice Eva Crosetta. Il programma è a cura di Annarita Trimarchi, il produttore esecutivo è Anna Santopadre. Dal 2008 il programma ha come collaboratore don Davide Banzato che è stato anche inviato nei servizi in esterno dal 2010 al 2015[7][8][9][10].

Attualmente collaborano con l’autore Vito Sidoti anche Domitia Caramazza ed Emiliano Fiore; come registi Marina Gambini, Raffaele Genovese, Alessandro Rosati, Paola Vannelli, Maria Cristina Buttà. Il programma è realizzato presso lo Studio 1 della Rai in via Teulada.