sabato, Maggio 28, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “Zona Bianca” del 2 febbraio alle 21.25 su Rete 4: le multe per gli over 50 non vaccinati

Anticipazioni per “Zona Bianca” del 2 febbraio alle 21.25 su Rete 4: le multe per gli over 50 non vaccinati

zona bianca

Anticipazioni per “Zona Bianca” del 2 febbraio alle 21.25 su Rete 4: le multe per gli over 50 non vaccinati

Giuseppe Brindisi: "Vi portiamo nella Zona Bianca, tra vaccini e proteste"  - Tgcom24

Nuovo appuntamento con Giuseppe Brindisi

Mercoledì 2 febbraio, a “Dentro la Zona Bianca”, il programma di attualità e approfondimento condotto da Giuseppe Brindisi in prima serata su Retequattro, grande attenzione alle nuove regole per la gestione della pandemia, tra multe per chi non si vaccina e obbligo di green pass.

Ma tutte queste restrizioni stanno mettendo in crisi anche il mondo della ristorazione? 
Nel corso della serata, spazio anche alle inchieste della trasmissione per svelare i trucchetti dei no-vax per non vaccinarsi. 

E poi un approfondimento sui medici contrari al vaccino, finiti al centro della cronaca per le loro cure alternative.

Zona bianca è un programma televisivo italiano di genere talk showpolitico e rotocalco, in onda su Rete 4[1] dal 7 aprile 2021 ideato e condotto da Giuseppe Brindisi, il mercoledì in prima serata[2][3]. Il programma va in onda dallo studio 7 del Centro di produzione Mediaset di Cologno Monzese.

Il programma nasce per sostituire gli speciali di Stasera Italia con la conduzione di Barbara Palombelli[1], andando in onda dal 7 aprile 2021[4] in prima serata su Rete 4[2]. Il programma tratta le vicende legate alla politica italiana intervistando politici.

Il programma è ideato e condotto da Giuseppe Brindisi, ed è a cura della testata giornalistica italiana e indipendente Videonews e con la produzione del TG4. La regia è affidata a Paolo Riccadonna, mentre l’aiuto regia è affidato a Martina Pace. La scenografia è affidata a Roberto Bassanini, mentre i costumi sono affidati a Maria Luisa Bondesan. La produzione è affidata a Marco Ferrante, mentre quella esecutiva a Paolo Levati.

Il titolo del programma è un auspicio per la fine del tempo d’attesa causato dalla pandemia di COVID-19 e la speranza di un ritorno alla normalità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net