martedì, Maggio 24, 2022
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per Agorà del 28 aprile alle 8 su Rai 3: le ultime evoluzioni della guerra in Ucraina

Anticipazioni per Agorà del 28 aprile alle 8 su Rai 3: le ultime evoluzioni della guerra in Ucraina

Agorà

Anticipazioni per Agorà del 28 aprile alle 8 su Rai 3: le ultime evoluzioni della guerra in Ucraina

(none)

Su Rai3 con Luisella Costamagna e Senio Bonini anche  la sentenza della Consulta sul cognome ai figli, il caro vacanze e i sondaggi di Emg Different

La tensione crescente in Transnistria, le minacce di Putin agli altri Paesi, la visita del segretario generale delle Nazioni Unite, Antonio Guterres a Kiev. E poi, lo stop del gas russo a Polonia e Bulgaria, la condizione dei profughi ucraini in Italia e i sondaggi politici di Emg Different in esclusiva: di questo e altro si occuperà la puntata di Agorà di domani, giovedì 28 aprile, in onda dalle 8 alle 9.45 su Rai3.

Ospiti di Luisella Costamagna saranno: Fabio Massimo Cataldo, M5s; Matteo Biffoni, sindaco di Prato – Pd; Edoardo Rixi, Lega; Pietro Senaldi, condirettore “Libero”; Marco Tarquinio, direttore di “Avvenire”; Francesco Storace, vice direttore de “Il Tempo”; Nello Scavo, inviato di “Avvenire” da Chisinau; Fabrizio Masia, sondaggista; Carlotta Sami, portavoce Unhcr; Nathalie Tocci, direttore Istituto Affari Internazionali. 

Nella puntata di Agorà Extra si parlerà invece, dello stop all’automatismo del cognome del padre ai figli deciso dalla Consulta e del caro vacanze a causa degli aumenti. Dalle 9.45 alle 10.30 ospiti di Senio Bonini saranno: Fabio Dragoni, “La Verità”; Linda Laura Sabbadini, editorialista “La Repubblica”; Marco Tarquinio, direttore “Avvenire”; Antonio Barreca, direttore generale Federturismo Confindustria; Rosa-rio Trefiletti, presidente Centro Consumatori Italia; Dario Vergassola, comico; Alfonso Celotto, costituzionalista.

Agorà è un programma televisivo italiano di approfondimento politico e sul territorio, in onda su Rai 3 dal 27 settembre 2010, dal lunedì al venerdì dalle 8 alle 10.

Voluto dal direttore Antonio Di Bella e confermato dal reintegrato Paolo RuffiniAgorà ha esordito il 27 settembre 2010 prendendo il posto del programma Cominciamo bene, che era trasmesso dal 1999. Il programma avrebbe dovuto inizialmente intitolarsi A onor del vero, ma fu cambiato poco dopo con il titolo attuale (secondo quanto dichiarato da Andrea Vianello, primo conduttore della trasmissione, fu ispirato da una locandina del film Agora di Alejandro Amenábar)[1].

La prima edizione va in onda dalle 9 alle 11 (il lunedì dalle 9 alle 10), mentre le successive anticipano di un’ora la collocazione nel palinsesto di Rai 3, andando in onda dalle 8 alle 10, orario che mantiene tuttora.

La trasmissione ha l’obiettivo di raccontare l’Italia attraverso la lente della politica, combattendo l’uso del politichese e creando un ponte logico tra l’astrattezza della politica parlata e i problemi reali della vita di tutti i giorni dei cittadini. Nel corso degli anni il programma ha conquistato il consenso di pubblico, raggiungendo risultati di ascolti importanti, con share superiori al 12%.

Il 1º gennaio 2013 Andrea Vianello diventa direttore di Rai 3 e, il 4 marzo, lascia la conduzione a Gerardo Greco che guiderà il programma fino al 30 giugno 2017, coadiuvato, come già Vianello, dai capi autori David Becchetti e Dario Buzzolan. Dall’11 settembre 2017 la conduzione passa nelle mani della giornalista Serena Bortone, già conduttrice della versione estiva, mantenendola fino al 26 giugno 2020. A seguito del passaggio della conduttrice su Rai 1 dove condurrà Oggi è un altro giorno, dal 7 settembre 2020 il programma è condotto da Luisella Costamagna.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net