giovedì, Luglio 7, 2022
Home > Mondo > Guerra Russia-Ucraina: gli ultimi aggiornamenti

Guerra Russia-Ucraina: gli ultimi aggiornamenti

guerra

Guerra Russia-Ucraina: gli ultimi aggiornamenti

Le forze russe attualmente occupano circa il 20% del territorio ucraino, secondo quanto dichiarato da Volodymyr Zelenskiy in un discorso video al parlamento lussemburghese. Il fronte della battaglia si estende per oltre 1.000 km (620 miglia), ha affermato il presidente ucraino, aggiungendo che 100 ucraini muoiono ogni giorno nell’Ucraina orientale.


L’Ucraina ha avuto “un certo successo” nelle battaglie di Sievierdonetsk ma è troppo presto per dirlo, secondo Zelenskiy. “La situazione è più difficile ora, proprio come nelle città e nelle comunità vicine: Lysychansk, Bakhmut e altri. Molte città stanno affrontando un potente attacco russo”, ha detto nel suo ultimo discorso nazionale.

Secondo un funzionario locale, circa il 60% delle infrastrutture e degli edifici residenziali a Lysychansk, una delle sole due città dell’est ancora sotto il controllo almeno parziale dell’Ucraina, sono state distrutte dagli attacchi. Oleksandr Zaika, capo dell’amministrazione militare-civile della città di Lysychansk, ha detto che 20.000 persone sono rimaste in città, rispetto a una popolazione di 97.000 prima della guerra.

Secondo Serhiy Haidai, governatore della regione di Luhansk, circa 800 persone, compresi bambini, si nascondono sotto la fabbrica chimica Azot a Sievierdonetsk. Il ministero della Difesa del Regno Unito ha affermato che la Russia ha preso il controllo della maggior parte di Sieverdonetsk, una città chiave dell’Ucraina orientale che è stata oggetto di intensi bombardamenti russi.

La Russia sta ora ottenendo un successo tattico nel Donbas e controlla oltre il 90% di Luhansk, ha affermato il ministero della Difesa britannico nel suo ultimo rapporto di intelligence pubblicato questa mattina presto. I civili vengono esortati a fuggire dalla città di Sloviansk, nell’Ucraina orientale, mentre i bombardamenti russi si intensificano.

Il consigliere presidenziale ucraino Mykhailo Podolyak ha affermato che l’Ucraina non intende utilizzare le armi fornite dagli Stati Uniti per attaccare il territorio russo e ha affermato che è disinformazione dalla Russia suggerire che lo farebbero. Ha detto “I nostri partner sanno dove vengono usate le loro armi”.
Il ministro della Difesa ucraino Oleksiy Reznikov ha affermato di ritenere che il Cremlino stesse cercando di portare la guerra in una “fase prolungata” costruendo difese a strati nelle regioni occupate nel sud del paese, principalmente a Kherson.

Funzionari filo-russi nella regione occupata di Zaporizhzhia in Ucraina hanno affermato che è stato emesso un decreto per “nazionalizzare” i beni statali nella regione sud-orientale. Il vice capo dell’amministrazione imposta da Mosca, Andrei Trofimov, ha affermato che la nazionalizzazione influenzerà la terra, le risorse naturali e le strutture in settori strategici dell’economia, nonché le proprietà di proprietà dell’Ucraina a partire dal 24 febbraio.

Il presidente del parlamento ucraino Ruslan Stefanchuk ha chiesto al cancelliere tedesco Olaf Scholz durante una visita a Berlino di fornire a Kiev sistemi d’arma all’avanguardia per aiutarla a resistere all’avanzata russa nell’est del paese. Ursula von der Leyen, presidente della Commissione europea, ha affermato che l’UE è con l’Ucraina in occasione dei 100 giorni dall’ultima invasione russa del Paese. Ha detto che discuterà “del sostegno attuale e futuro dell’UE al paese” con il presidente francese Emmanuel Macron più tardi oggi.

Il leader bielorusso Alexander Lukashenko ha dichiarato in un’intervista a un quotidiano locale che il suo Paese è pronto a discutere del possibile transito del grano ucraino attraverso la Bielorussia.
L’ambasciatore di Kiev ad Ankara ha affermato che la Turchia è tra i paesi che stanno acquistando il grano che la Russia ha rubato all’Ucraina.

Il ministero degli Esteri russo ha affermato che avrebbe convocato i capi dei media statunitensi a Mosca per un incontro lunedì prossimo per notificare loro le misure in risposta alle restrizioni statunitensi contro i media russi.
Giovedì l’Ucraina ha più che raddoppiato i tassi di interesse al 25% nel tentativo di arginare l’inflazione a due cifre e proteggere la sua valuta, che è crollata dall’invasione della Russia. Nel primo intervento sui tassi di interesse da quando le truppe del presidente Vladimir Putin hanno attaccato il 24 febbraio, il governatore della banca centrale ucraina, Kyrylo Shevchenko, ha aumentato il tasso di interesse di riferimento dal 10% al 25%.

La Casa Bianca ha annunciato un nuovo round di sanzioni per l’invasione russa dell’Ucraina, prendendo di mira i funzionari e le élite del governo russo, nonché diversi yacht collegati a Putin. Le sanzioni sono state annunciate quando il ministro degli Esteri ucraino, Dmytro Kuleba, si è detto “grato” agli Stati Uniti e al loro segretario di stato, Antony Blinken, per un nuovo pacchetto di armi da 700 milioni di dollari per l’Ucraina.

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net