lunedì, Agosto 15, 2022
Home > Italia > Draghi: “Putin non parteciperà al G20”. Il Cremlino: “Non decide lui”

Draghi: “Putin non parteciperà al G20”. Il Cremlino: “Non decide lui”

draghi

Draghi: “Putin non parteciperà al G20”. Il Cremlino: “Non decide lui”

Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, ha partecipato alla terza giornata del Vertice G7 che si è concluso ieri a Elmau, in Germania. Al termine dei lavori ha tenuto una conferenza stampa.
In mattinata, a margine del Summit, ha partecipato a una riunione con il Presidente degli Stati Uniti Biden, il Presidente francese Macron, il Cancelliere tedesco Scholz e il Primo ministro britannico Johnson.
Il Presidente Draghi ha avuto anche un incontro bilaterale con il Primo Ministro del Canada, Justin Trudeau.

Nella giornata di lunedì, al termine della sessione di lavoro sul conflitto in Ucraina, è stata diramata una dichiarazione congiunta dei Leader del G7 a sostegno di Kiev. Nel pomeriggio, il Presidente Draghi ha avuto due bilaterali con il Primo Ministro britannico, Boris Johnson, e con il Presidente della Repubblica Argentina, Alberto Fernández.

Domenica 26 giugno, i Leader hanno rilasciato dichiarazioni alla stampa al termine delle prime due sessioni di lavoro, con focus sull’economia globale e sulle infrastrutture sostenibili a favore dei Paesi in via di sviluppo.

“Tutti i leader concordano sulla necessità di limitare i finanziamenti a Putin – ha detto il premier -, ma anche di rimuovere la cause dell’inflazione. Abbiamo dato mandato con urgenza ai ministri su come applicare un price cap sul gas e sul petrolio. L’Ue accelererà il suo lavoro sul tetto al prezzo del gas, una decisione che accogliamo con favore”. 

“Quanto alla presenza del presidente Putin al G20, il presidente indonesiano lo esclude, è stato categorico, non verrà. Potrà succedere un intervento da remoto, vedremo…”, ha spiegato Draghi.

La risposta della Russia non si è fatta attendere. Confermando che l’invito a Putin a partecipare al G20 in Indonesia è stato ricevuto, il Cremlino, come riportato dalla Tass, ha subito sottolineato che non è Draghi a decidere se Putin parteciperà o meno.

“La Russia procede dal presupposto che l’invito è stato ricevuto e accettato”, ha detto ai giornalisti l’assistente presidenziale Yury Ushakov. 

“Ci si augura – ha detto ancora Draghi – un risultato sul price cap al gas prima di ottobre. È importante che la discussione sia solida – ha spiegato -, su base razionale e non solo psicologica. Questo non vuol dire che la psicologia non sia razionale…”. “Per ora è difficile capire cosa farà la Russia col gas, andiamo avanti cercando di prepararci, aumentando gli stock e gli investimenti nelle rinnovabili e anche gli investimenti di lungo periodo nelle rinnovabili nei Paesi in via di sviluppo”.  

“Dal vertice Nato ci aspettiamo la riaffermazione di questo senso di unità e fermezza del G7 e poi probabilmente un ampliamento della Nato alla Svezia e alla Finlandia – ha aggiunto Draghi -. Gli effetti di questa guerra sono imprevedibili, ci ritroviamo con una Ue più unita, una Nato più unita e probabilmente più grande”: i Paesi “cercano protezione e riarmamento. Le cose non sono andate come avrebbe voluto Putin”.  

“Complessivamente ci sono buone notizie” sull’export del grano dall’Ucraina, “molti di noi se non tutti pensavamo che occorresse sminare i porti, ora invece pare ci siano, anzi ci sono dei corridoi sicuri attraverso cui far passare le navi, questo significa guadagnare tempo”.  

 C’è “preoccupazione” – ha detto ancora Draghi – per “il costante progresso” nelle ultime due settimane delle forze russe sul terreno in Ucraina. Ma ciò “non significa che non continuerà il nostro sostegno a Kiev”.  

“Abbiamo raffermato il nostro impegno sul fronte delle sanzioni, che è essenziale per riportare la Russia al tavolo dei negoziati”, ha aggiunto il premier. 

Foto: https://www.governo.it/it/articolo/il-presidente-draghi-al-vertice-g7/20138

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net