sabato, Agosto 13, 2022
Home > Mondo > Nuovi orrori in Ucraina: missili russi lanciati dalla centrale nucleare di Zaporizhia

Nuovi orrori in Ucraina: missili russi lanciati dalla centrale nucleare di Zaporizhia

nuovi orrori

Nuovi orrori in Ucraina: missili russi lanciati dalla centrale nucleare di Zaporizhia

Fra le terribili notizie che giungono quotidianamente dal fronte dell’invasione voluta dalla Russia di Putin in Ucraina, oggi se ne aggiunge un’altra di particolare gravità e drammaticità per le sorti dell’Europa e del mondo intero.

Infatti il governo di Kiev ha comunicato ufficialmente che le forze armate della Federazione Russa stanno utilizzando la centrale nucleare di Zaporizhia,nel Sud-Est dell’Ucraina, come base di stoccaggio delle armi e per base per i bombardamenti delle aree circostanti del Paese.

Tale utilizzo ai fini dell’aggessione militare dell’Ucraina suona come incredibilmente folle e pericoloso e appre con ogni evidenza finalizzato ad evitare contrattacchi delle forze di Kiev (paralizzati dal rischio di provocare indicenti nucleari) contro le basi di lancio dei continui attacchi missilistici che piovono ogni giorno su installazioni civili e residenziali del Paese invaso.

Lo riferisce il responsabile dell’Agenzia nucleare ucraina. La centrale è sotto il controllo russo dalle prime settimane dell’invasione, ma è ancora gestita da personale ucraino.

Kiev denuncia anche bombardamenti russi su aree residenziali a Sumy, nell’Est. Nel Donetsk, bloccati i russi sulla principale strada di collegamento tra Lysychansk e Bakhmut.

Volontario britannico in Ucraina muore in prigionia nel Donbass filorusso

Morto volontario Gb catturato da Mosca

Cresce ancora la tensione fra Londa e il Cremlino sul teatro della guerra in Ucraina dopo il decesso in prigionia nelle zone separatiste filorusse del Donbass di un volontario inglese che si era arruolato con le forze armate di Kiev.

Infatti Downing Street ha espresso “allarme” sulla sorte di Paul Urey, il cittadino britannico indicato da Londra come “un volontario” e da Mosca come “un mercenario”, dichiarato morto in detenzione dopo essere stato catturato in Ucraina dalle forze dell’autoproclamata repubblica filorussa di Donetsk.

La ministra degli Esteri della Dpr, Nikoronova, ha affermato che “Urey è morto per insufficienza coronarica complicata da edema polmonare”. Il governo britannico ha convocato l’ambasciatore russo a Londra.”Mosca dovrà rispondere”.

Foto esterna: https://pixabay.com/it/photos/bandiera-ucraina-guerra-pace-7036018/