martedì, Febbraio 7, 2023
Home > La voce di tutti > Radical Chic

Radical Chic

Radical Chic – Ogni giorno noi sentiamo questo termine, usato in senso dispregiativo e nel politichese corrente significa persona di sinistra benestante con la “R” moscia, con vestiti griffati oppure vestito  indossando sempre  abiti di marca. Questi pseudo progressisti, a parole con gli operai, con i migranti si prodigano per loro, ma  nei fatti li sfruttano; in  maggioranza sono professori sessantottini, che ogni volta che aprono bocca sembra stiano recitando un copione ben delineato,con pensiero a sinistra e portafoglio a destra. 
In questa categoria troviamo avvocati,architetti,ingegneri, commercialisti cresciuti fra esami di gruppo e cene a base di sushi, se non a volte di caviale. 

Hanno usato l’ideologia di sinistra per fare carriera, per appagare il loro smisurato arrivismo, usando come scudo il povero operaio ergendosi anche a difensore dei migranti, per poi scoprire che alcuni di loro si sono arricchiti con le cooperative dell’accoglienza, diventando milionari. Ma lo scempio più bestiale si consuma a scuola, dove i dirigenti scolastici e amministrativi, pur di raggiungere gli obiettivi economici, sfruttano i poveri bidelli o collaboratori scolastici, con poco personale, facendoli lavorare dal lunedì al sabato e facendoli pulire non tre aule come prevede il contratto, bensì magari cinque, mentre i professori hanno il giorno libero, di solito il sabato o meno sfortunati il lunedì. 
Ci siamo stufati di subire queste prevaricazioni ipocrite dai radical chic, o in senso grossolano definiti catto-comunisti, che io definisco la feccia borghese dell’Italia. 


Questi radical chic  hanno ridotto l’Italia a un paese senza personalità ,hanno reso la cultura elitaria,per permettere ai loro fidi di perpetrare il loro potere e tenere il popolo nell’ignoranza da qui si capisce che la loro ipocrisia è talmente grande come una voragine senza fine.  Potrei definire i radical-chic individui privi di scrupoli che usano l’etica, gli ideali, per fregare il popolo e per imporre un classismo subdolo, soave e soprattutto con la benedizione di certi settori della Chiesa che, invece di curare l’aspetto spirituale  della società si butta nella politica,per arrivare alla schiavizzazione della classe operaia. Se non l’avete capito i radical chic (o detto in maniera dozzinale  catto-comunisti) vogliono una società gerarchica chiusa, dove loro sono il sole e noi popolo i perenni dannati della povertà. 
Pertanto, per opporsi efficacemente alle angherie sofisticate di questi radical chic non ci resta che rivendicare  con forza la nostra libertà, cercare di elevarci socialmente. 

Principe Dott. Roberto D’Amato

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net