lunedì, Gennaio 30, 2023
Home > Marche > Macerata: addio a Pierino Bellesi, patron di Biemmegraf

Macerata: addio a Pierino Bellesi, patron di Biemmegraf

macerata

Macerata: addio a Pierino Bellesi, patron di Biemmegraf. Creò un’impresa tipografica ed editoriale di vasto successo coadiuvato dalla moglie Daniela e dai figli Michele e Barbara

di Maurizio Verdenelli

“Macerata deve ricordare chi ne ha scritto anche la storia contemporanea, anche per immagini. Come nel caso di ‘Briscoletta’ alias Pietro Baldoni. Sentiamo Cesare ‘Cisirino’ Angeletti e naturalmente il grande Libero Paci”. 

Rammento il caldo amicale (a me e a Maurizio Lombardi) da parte di Pierino Bellesi, 79 anni, maceratese che venerdi’ scorso ci ha lasciato, il patron di Biemmegraf con sede a Piediripa, l’ex capo tipografo dello storico stabilimento ‘Sangiuseppe’ (con sede prima a Macerata poi a Casette Verdini)  che si era messo ‘in proprio’, creando un’impresa tipografica ed editoriale di vasto successo coadiuvato dalla moglie Daniela e dai figli Michele e Barbara. Poi da una eletta e scelta squadra di tecnici e tipografi. A Lombardi, in quell’inizio del 2005, aveva chiesto consiglio per editare un libro di storia locale incentrato sul ‘principe dei fotoreporter’ del dopoguerra: Pietro ‘Briscoletta’ Baldoni. E Maurizio aveva telefonato al mio ufficio in Cassa di Risparmio di Fabriano e Cupramontana (Carifac) dove, lasciato ‘Il Messaggero’, dirigevo il servizio pubbliche relazioni, pubblicita’ e stampa avendo lanciato il magazine ‘Innovazione e tradizione’.

Lo staff tecnico-redazionale di Cliccaci.net, la prima web tv maceratese, realizzata da Pierino Bellesi.
Al suo fianco Gaia Tiranti.
A sx, in prima fila: Maurizio Verdenelli

Fu un bel periodo. La pubblicazione patinatissima (con foto di Baldoni giovane a cura deml’archivio di Alfonso e Carlo Gentilo) usci’ con il titolo: ‘Pietro and friends’. Ando’ rapidamente esaurito: un successo, cui collaboro’ pure Oriana Salvucci con studio di comunicazione a Pollenza, testimoniato pure dalla rassegna civitanovese ‘Carta Canta’ e da altre nazionali dedicate all’editoria. Un successo grazie anche e sopratutto alla mano di Libero Paci. Per l’illustre, indimenticabile storico fu quella l’ultima sua opera.

Pierino vedeva lungo. Il successo della pubblicazione lo indusse a lanciare un periodico di lusso: ‘Punto a capo’ che da tempo meditava. Il suo modello tipografico? National Geographic. Per editarlo, Pierino aveva creato Alfabetica, una Casa editrice dal tratto pulito ed elegante. Mi chiese di dirigere il periodico, dalle copertine ad effetto con cornice gialla. Accettai di esserne ‘ostetrico’ a termine. Una volta assicurato della ‘salute’ definitiva del giornale, impegnato su altri fronti, passai la mano a Lombardi che valorosamente ne condusse la direzione affiancato dalla bravissima collega Gaia Tiranti. Servizi, interviste in redaziine nella sede di via Velluti a Piediripa, inchieste, focus all’ombra di autorevoli pubbliche istituzioni come Unimc ed associazioni di categoria a cominciare da Confindustria Marche che aveva visto Bellesi pure ai vertici. Sempre impegnato in prima persona per la Citta’ nei suoi vari aspetti, anche sportivi (a cominciare dalla Maceratese).

Tornai a collaborare con lui nel corso di una splendida Tavola Rotonda a tutto campo sul Capoluogo, nel febbraio 2019, tenutasi nell’Aula Magna di Unimc, pronubo il rettore Roberto Sani. ‘Conversazioni su Macerata’ il titolo del focus.

‘Punto a Capo’ ne presento’ le risultanze con un titolo che diceva: ‘Un incontro con i piu’ alti rappresentanti della scena politico-sociale per parlare e riflettere sulle condizioni del nostro capoluogo’. Allora ancora florido e fiducioso all’ombra di un colosso del risparmio com’era stata prima Cassa di Risparmio di Macerata, poi Carima, infine insieme con Jesi, Loreto e Pesaro: Banca Marche. In quel pomeriggio, a quel lungo tavolo di concertazione da me diretto non avevo mai visto in tanti anni un cosi’ alto numero di protagonisti della vita culturale ed imprenditiva marchigiana raccolti attorno a Bellesi.

Pierino vedeva sempre prima di tutti. E  lancio’ nella primavera del 2010, con Gaia al fianco (e il sottoscritto) subito dopo dopo un’altra iniziativa in un campo allora misterioso: l’online. ‘Cliccaci net’. ‘La Web tv che parla e fa parlare le Marche: news, videonterviste, editoria, politica, arte e sport’ recitava lo spot. Una iniziativa di preveggente respiro che, purtroppo spentasi, non avrebbe visto altri esempi sul territorio.

Poi la crisi del settore lo indusse al silenzio. A non innalzarsi piu’ in volo, come mi confido’ un giorno. Ad non essere piu’ il n.1 di un settore che non voleva solo limitarsi a stampare meravigliosamente bene, ma a creare strumenti di dibattito e formazione dell’opinione pubblica di questa regione ‘al plurale’.

Nella foto di copertina: Pierino Bellesi nell’Aula Magna dell’Ateneo di Macerata alla Tavola Rotonda (gennaio 2010) organizzata da ‘Alfabetica’: Conversazioni su Macerata.
(foto a cura di Genesio Medori e Mandino Tiburzi)

La Notizia.net è un quotidiano di informazione libera, imparziale ed indipendente che la nostra Redazione realizza senza condizionamenti di alcun tipo perché editore della testata è l’Associazione culturale “La Nuova Italia”, che opera senza fini di lucro con l’unico obiettivo della promozione della nostra Nazione, sostenuta dall’attenzione con cui ci seguono i nostri affezionati lettori, che ringraziamo di cuore per la loro vicinanza. La Notizia.net è il giornale online con notizie di attualità, cronaca, politica, bellezza, salute, cultura e sport. Il direttore della testata giornalistica è Lucia Mosca.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net