giovedì, Maggio 23, 2024
Home > Anticipazioni TV > Anticipazioni per “L’Isola della luce” di Piovani del 21 aprile alle 10.30 su Rai 5: dal Teatro Greco di Siracusa

Anticipazioni per “L’Isola della luce” di Piovani del 21 aprile alle 10.30 su Rai 5: dal Teatro Greco di Siracusa

l'isola della luce

Anticipazioni per “L’Isola della luce” di Nicola Piovani del 21 aprile alle 10.30 su Rai 5: dalla rassegna “Inda 2020” al Teatro Greco di Siracusa – Ha inaugurato la rassegna “Inda 2020” al Teatro Greco di Siracusa il dramma musicale del Premio Oscar Nicola Piovani “L’isola della luce”, che Rai Cultura propone oggi lunedì 28 agosto alle 10.30 su Rai5. 

La cantata per soli, coro e orchestra, su versi di Vincenzo Cerami, ha per tema la nascita di Apollo portatore di luce. Lo spettacolo vede protagonisti sulla scena la cantante Tosca, l’attore Massimo Popolizio e il soprano Maria Rita Combattelli.

A dirigere 20 strumentisti e 12 coristi è impegnato lo stesso Nicola Piovani. Lo spettacolo è prodotto dall’Inda, in collaborazione con il Conservatorio Vincenzo Bellini di Catania. 

L’isola della luce è un dramma musicale dedicato ad Apollo su libretto di Vincenzo Cerami, con il Premio Oscar Nicola Piovani che dirige un ensemble (9 maestri), due quartetti di archi, un contrabbasso, due voci (Tosca e Massimo Popolizio), un soprano e coro (10 elementi).

Nicola Piovani (Roma26 maggio 1946) è un pianistacompositore e direttore d’orchestra italiano.

Noto autore di colonne sonore, ha lavorato con alcuni dei maggiori registi del cinema italiano, vincendo il premio Oscar nel 1999 per le musiche del film La vita è bella[1].

Riceve inoltre nel corso degli anni quattro David di Donatello, quattro premi Colonna Sonora, quattro Nastri d’argento, due Ciak d’oro, il Globo d’oro della stampa estera e il Premio Elsa Morante.

In Francia, ottiene per due volte la nomination al César, il premio del pubblico e la menzione speciale della giuria al festival Musique et Cinéma di Auxerre.

Nicola Piovani nasce a Roma, nel quartiere Trionfale, il 26 maggio 1946. Il padre, Alberico Piovani, originario di Corchiano (in provincia di Viterbo), è un musicista dilettante: suona la tromba nella banda del paese. Sua zia Pina Piovani è un’attrice, che lavora nelle maggiori compagnie teatrali romane, come quelle di Ettore PetroliniAldo Fabrizi e Romolo Balzani. Con quest’ultimo ella nel 1935 fonda la Compagnia Musicale Romana di Romolo Balzani – Pina Piovani.

Da bambino comincia a studiare inizialmente la fisarmonica, poi il pianoforte. Successivamente si diplomerà in pianoforte al Conservatorio Giuseppe Verdi di Milano.[2][3]

Sono gli anni della “contestazione”, e, dopo il liceo Mamiani, all’università Piovani entra in un collettivo, del quale fa parte fra gli altri il regista Silvano Agosti. Nel 1968 il gruppo produce una serie di cinegiornali, che documentano il movimento studentesco, e a Piovani viene affidato l’incarico di realizzare il commento musicale: sarà la sua prima colonna sonora.

Foto interna ed esterna: https://www.raiplay.it/programmi/lisoladellaluce