domenica, Novembre 28, 2021
Home > Marche > Espulso consigliere comunale Pd Diego Urbisaglia

Espulso consigliere comunale Pd Diego Urbisaglia

Cancellazione dell’anagrafe degli iscritti e dall’albo degli elettori per Diego Urbisaglia, il consigliere comunale e provinciale del Pd di Ancona che aveva scritto sulla sua pagina Facebook che per Carlo Giuliani, ucciso durante i disordini del G8 di Genova nel 2001, serviva “una mira migliore”. Lo ha deciso all’unanimità la Commissione Comunale di Garanzia del partito, riunitasi stamattina. Si tratta in pratica dell’espulsione, la sanzione pià grave prevista dallo statuto del Pd.

Lo stesso Urbisaglia, sentito ieri dalla Commissione, si è autosospeso dal Pd nel pomeriggio. Ora ha la possibilità di presentare ricorso “agli organi di garanzia di livello superiore”, cioè la Commissione regionale, ed eventualmente quella nazionale. Resta comunque consigliere comunale, a questo punto fuori dal gruppo consiliare Pd. Il Consiglio comunale è convocato per domani mattina ed è molto probabile che si parli della questione.

“Non mi dimetto. Non credo di doverlo fare solo per aver detto che a vent’anni ho pensato quel che ho scritto”. Così il consigliere comunale e provinciale del Pd di Ancona Diego Urbisaglia, che ha suscitato un vespaio di polemiche per il post su Facebook contro Carlo Giuliani. “Sanzioni?”, ha aggiunto, riferendosi alla richiesta fatta da Lorenzo Guerini alla Commissione di garanzia. “Chiarirò la mia posizione – ha affermato – in quella sede, metteremo tutto nero su bianco e poi si vedrà. Io ho già chiesto scusa per alcune frasi infelici – ha ribadito – prima ancora che si scatenasse la bufera mediatica”.

“Estate 2001. Ho portato le pizze tutta l’estate per aiutare i miei a pagarmi l’università e per una vacanza che avrei fatto a settembre. Guardavo quelle immagini e dentro di me tra Carlo Giuliani con un estintore in mano e un mio coetaneo in servizio di leva parteggiavo per quest’ultimo. Oggi nel 2017 che sono padre, se ci fosse mio figlio dentro quella campagnola gli griderei di sparare e di prendere bene la mira. Sì sono cattivo e senza cuore, ma lì c’era in ballo o la vita di uno o la vita dell’altro. Estintore contro pistola. Non mi mancherai Carlo Giuliani…”. Lo scrive su Fb il consigliere comunale del Pd di Ancona Diego Urbisaglia, che all’ANSA spiega: “Ho già chiesto scusa per i toni aspri usati, ma al netto delle parole il concetto resta. Rettifico le parole ma non il concetto. Ero un ragazzo allora e sono un padre adesso. Mio figlio deve crescere. Che cosa dovrei dirgli se fosse il carabiniere: fatti colpire dall’estintore?”. (Fonte ANSA)