giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Marche > Il Movimento Nazionale Italiano il 18 agosto a Montefiore dell’Aso

Il Movimento Nazionale Italiano il 18 agosto a Montefiore dell’Aso

SAN BENEDETTO DEL TRONTO – La sera del 28 luglio, presso il ristorante Papillon di Porto d’Ascoli, ha avuto luogo la prima uscita del Movimento Nazionale Italiano.

Sono stati il presidente del movimento Francesco Campopiano ed il dirigente della regione Marche Mariano Ciarrocchi ad illustrare ai presenti la storia ed il programma dell’M.N.I. In seguito è stata annunciata la presentazione del Movimento Nazionale Italiano, che avverrà il 18 agosto, a Montefiore dell’Aso, con la conferenza tesa a proporre un “nuovo stato sociale”, che partirà alle 10,00. Qui gli intenti del Movimento verranno approfonditi. Ad essa parteciperanno tutti i rappresentanti regionali ed i membri del direttorio.

Il Movimento è nato nel 2015, al giorno d’oggi non possiede ancora numeri importanti, ma il presidente si è mostrato molto fiducioso, puntando l’attenzione sugli ottimi risultati che in nord Italia iniziano a presentarsi. L’obiettivo, chiaramente annunciato da Campopiano, è quello di “riportare l’italiano ad essere padrone a casa sua”. “l’Italia è uno Stato allo sbando, gli italiani sono allo sbando. C’è bisogno di aiuto, di lavoro e di far riscoprire al popolo la voglia di fare. Dobbiamo portare i cittadini ad essere parte delle decisioni future”.

Il Movimento si è mostrato fin dall’inizio molto aperto al dialogo con altri partiti filonazionalisti, invitando moltissimi a confrontarsi, per ingrandire e rafforzare il progetto. L’unica clausola posta dal Presidente è legata all’immutabilità dei 12 punti cardine del programma dell’M.N.I. I partiti più grandi, però, non hanno neanche risposto. L’unica collaborazione, ancora attiva, è quella nata nel novembre 2015 con il Fronte Nazionale. I punti fermi dei 2 partiti sono molto simili, però l’F.N. è nato nel ’97 ed inizia ad essere un partito abbastanza stagionato. “Hanno un nome accattivante, un bel programma, una splendida carrozzeria insomma; noi, essendo più giovani, potremmo essere il motore; manca solamente la benzina, cioè i soldi” ironizza il Presidente, comunque non disperando.

Infine è stato posto l’accento sulle differenze esistenti fra l’M.N.I. ed il Movimento 5 Stelle. Campopiano sottolinea il suo disinteresse ad essere candidato. Dunque egli andrebbe, in futuro, a comportarsi come il garante del Movimento, in analogia al comportamento di Grillo nell’M5S. I pentastellati, però, sarebbero per il presidente dell’M.N.I. un agglomerato di persone con ideologie differenti. Il Movimento Nazionale Italiano, invece, ha le idee chiare. Esso è un gruppo composto da soli nazionalisti, che considerano questo valore un muro portante dell’intera struttura sociale e civile.

Lorenzo Pallotta

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *