domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Marche > Attacco di epilessia al ristorante, la titolare: “Mangia a casa”

Attacco di epilessia al ristorante, la titolare: “Mangia a casa”

Va a cena col marito in un ristorante di Marotta. Tutto bene finché Susanna, 47 anni, non ha una fortissima crisi epilettica e cade a terra. Per lei si tratta di un calvario che va avanti da anni e che combatte con un farmaco-resistente. “Quando sono rinvenuta – racconta la donna – mio marito mi ha accompagnata in auto. Poi è tornato indietro per pagare le pizze, e la titolare gli ha detto che dovevamo consumare le pizze a casa, perché avevamo già spaventato tanti clienti”. Il fatto, risalente alla scorsa domenica, è stato reso pubblico dalla Federazione Italiana Epilessie.

Nega l’accusa la titolare del ristorante: ”Ho una sorella epilettica – spiega -, potrei mai aver detto una cosa del genere? Volevo chiamare l’ambulanza ma il marito della signora mi ha detto di no. l’abbiamo lasciata tranquilla sdraiata a terra per una ventina di minuti, fin quando non si è ripresa, e, anzi, sono andata a dire a due bambini seduti lì vicino di continuare a giocare, perché quella signora stava solo dormendo. Quando poi è venuto alla cassa per pagare ho semplicemente chiesto se volevano finire la cena, o se preferivano che riscaldassimo le pizze da portar via”.

“Lo so  – dice Susanna – che l’epilessia è una malattia che fa paura, perfino ai medici, così è come se tirassi fuori una carta di presentazione”. Nella vita di prima (con un primo marito e 3 figli rimasti a vivere con lui) Susanna svolgeva ”un lavoro duro, guidavo il furgone”. Poi tutto è cambiato: ”non esco quasi più di casa, devo essere sempre accompagnata da qualcuno”. La cena di domenica doveva essere una parentesi piacevole, e invece, ”si è trasformata nell’ennesima umiliazione”. Se venisse confermata la versione di Susanna, la titolare del locale rischia di vedersi ritirare la licenza e di essere costretta a chiudere il ristorante. Lo riferisce il Codacons.