mercoledì, 19 Febbraio, 2020
Home > Marche > Massignano, festa della trebbiatura e raduno dei trattori d’epoca

Massignano, festa della trebbiatura e raduno dei trattori d’epoca

< img src="https://www.la-notizia.net/trebbiatura" alt="trebbiatura"

MASSIGNANO – Si è conclusa, domenica 25 agosto 2019 a Villa santi di Massignano la festa della trebbiatura un appuntamento conosciuto e molto apprezzato da adulti e bambini, appassionati e non. L’evento di fine estate è organizzato dall’Associazione “Trattori d’epoca Villa Santi di Massignano e le 5 Valli” in collaborazione con la “Manovella del Fermano”, Polisportiva Regina Pacis, Pro Loco e Comune di Massignano. Una festa della tradizione contadina che viene vissuta nella sua semplicità come salto nel passato, quando la fatica dei campi poteva diventare motivo di una grande ricorrenza d’incontro e festa collettiva. Oltre alla tradizionale rievocazione della trebbiatura con mezzi e attrezzi agricoli vi è stato il raduno dei trattori d’epoca, incontro importante per gli appassionati all’interno del quale si è tenuta la V prova del campionato trattori d’epoca promosso dalla “La Manovella del Fermano” sezione Trattori d’Epoca.

A trionfare nella gara è stato Spaccapaniccia Marco che ha collezionato il miglior tempo superando di poco Caterbi Luciano classificatosi al secondo posto. Tra i trattori d’epoca hanno incuriosito i visitatori due trattrici, tra le più datate, restaurate con maestria e rare da trovare ancora efficienti e funzionanti. Una di costruzione italiana, Slanzi costruita a Novellara (RE) nell’anno 1956 in 776 esemplari. Motore biciindrico raffreddato a liquido, 17 CV, peso 13,60 q.li con doppia trazione permanente e avviamento a manovella e elettrico di proprietà del signor Di Francesco Vincenzo di Teramo, appassionato di questi mezzi, nato e vissuto in campagna, ma non agricoltore, che l’ha acquistata in discrete condizioni nel 2013 da un anziano agricoltore di Senigallia (AN). La trattrice è stata restaurata nei minimi particolari dalla carrozzeria al motore riportandola agli antichi fasti. L’altra trattrice di marca tedesca Schluter del signor Ciaffaroni Domenico detto Mimmo, titolare di un’azienda agricola di lavorazioni conto terzi di Villa Pavone (TE) di tre generazione di trebbiatori.

Noto collezionista abruzzese con all’attivo 62 pezzi tutti funzionanti. La trattrice è stata costruita a Monaco di Baviera nel 1957 e l’ha acquistata circa 25 anni fa da un vecchio agricoltore ed è l’unico esemplare presente nel centro Italia. Motore monocilindrico raffreddato ad aria, 17 CV, mono trazione. Il proprietario ci tiene a dire che il mezzo è stato restaurato per mano dello stesso mantenendo tutte le parti originali a partire dal colore. Terminata la registrazione degli iscritti dei trattori, che sono arrivati a sfiorare gli 80 partecipanti si è partiti per il giro turistico con una sosta rapida a Massignano per bere un bicchiere di vino offerto dalla pizzeria Pignotti Anna consegnato per mano dalla cowboy Margherita coadiuvata nel riempimento da Maurizio Iezzi. Un pit stop prolungato, con colazione a base di frittelle, dolce caratteristico di Massignano e vino della casa nell’abitazione dei fratelli Santini. Una volta rifocillati in corteo si è ripartiti per Villa Santi per degustare il pranzo della trebbiatura. Gli organizzatori hanno voluto premiare con un presente il trattorista più longevo e quello venuto da più lontano. La festa si è chiusa con la rievocazione della trebbiatura alla quale hanno assistito molti curiosi da più grandi a più piccoli. Per alcuni si trattato di immergersi in un passato lontano per altri invece una scoperta di alcuni lavori agricoli che non sapevamo nemmeno esistessero. Un grazie a tutti coloro che permettono di mantenere la memoria di alcuni vecchi lavori agresti che con l’avvento della tecnologia e meccanizzazione agricola sono stati eliminati.

Luigi Verdecchia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994 al 2015 ha collaborato regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero, Il Resto del Carlino, La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Nel 2009 è direttore del quotidiano teramano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Ora direttore della testata giornalistica on line la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *