giovedì, Ottobre 29, 2020
Home > Marche > INCONTRO OO.SS./PICENAMBIENTE, UGL: “MOLTE OMBRE E POCHE LUCI”

INCONTRO OO.SS./PICENAMBIENTE, UGL: “MOLTE OMBRE E POCHE LUCI”

ASCOLI PICENO – Lungo incontro il pomeriggio del 7-12 tra il Presidente e l’Amministratore Delegato di Picenambiente e la nuova RSU con le OO.SS. territoriali. “Un confronto franco e corretto  – scrive l’Ugl – ma che non scioglie i nodi, messi nero su bianco nel tavolo della discussione. Il quadro di iniziative e investimenti strategici, come illustrati dall’Amministratore Delegato va senz’altro nella direzione giusta: nel biennio 2018/2019 investimenti per 1,5 milioni di euro e sedici mezzi nuovi; un impianto nuovo per la trasferenza, voltando pagina al disagio lavorativo nell’impianto di Pagliare;  una sinergia quinquennale con l’Ascoli Servizi Comunali nella gestione dell’impianto di Relluce con ipotesi di corposi investimenti innovativi”.

“Su questa linea  – prosegue il sindacato – di tendenza di consolidamento, sviluppo ed innovazione aziendale, stia certo l’Amministratore Delegato, troverà sempre un sindacato attento e partecipativo.

Poi c’è una altra faccia della medaglia; il disagio dei lavoratori ed il contenzioso sindacale: organico insufficiente, professionalità non riconosciute, doppi turni di lavoro, dieci giorni di lavoro continuativi, sovraccarico dei mezzi e responsabilità dell’autista, specificità della raccolta porta a porta, indumenti di protezione anti pioggia adeguati; e poi gli impianti di Pagliare e di Relluce hanno bisogno di interventi urgenti oggi, pur apprezzando quanto verrà fatto in un domani.

Vi sono da questa parte della medaglia questioni importanti di dignità, professionalità e qualità del lavoro e di diritti delle persone che è assolutamente necessario integrare e risolvere.

Tutti questi punti scottanti sono rimasti aperti, anche se su alcuni è stata data da Picenambiente disponibilità ed approfondimenti”.

La UGL torna a chiedere all’Amministratore Delegato una maggiore sensibilità sul tema lavoro e più coraggio nel cambiare alcune cose che frenano  la macchina organizzativa aziendale.

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *