martedì, Ottobre 27, 2020
Home > Marche > Ampliato il servizio del Centro Diurno Alzheimer di Recanati

Ampliato il servizio del Centro Diurno Alzheimer di Recanati

Ampliato il servizio del Centro Diurno Alzheimer di Recanati. Dal 1 febbraio l’importante struttura situata in via XX Settembre prosegue le sue attività anche nel pomeriggio dalle 14.30 alle 18.30. Per gli utenti che hanno scelto il modulo continuativo tra quello mattiniero e quello pomeridiano è prevista l’erogazione del pasto.

Cinque gli utenti che ad oggi usufruiscono del prolungamento d’apertura della struttura che è presente a Recanati dal 2001 e rappresenta una delle prime esperienze attivate nella Regione Marche nell’ambito del settore assistenziale riabilitativo, risultando ad oggi ben consolidato,     organizzato e in grado di costituire una risposta efficace al fabbisogno sanitario e sociale dei pazienti residenti nei diversi Comuni del Distretto Nord dell’ex ALS XIV di Civitanova Marche quali Recanati, Porto Recanati, Potenza Picena, Montefano e Montelupone. Da quest’anno la quota sociale giornaliera è pari a € 14,50 per l’utente inserito in un solo modulo e € 29,00 per l’utente inserito in entrambi i moduli.

Da settembre a dicembre 2017 il Comune, per il periodo transitorio, ha sostenuto le famiglie assumendo il 50% dell’onere della retta. Dal 2018 , nel caso di indisponibilità economica dell’utente assistito, si potrà chiedere il sostegno economico del Comune secondo le modalità previste dal Regolamento comunale per l’integrazione delle rette.

L’ampliamento dell’orario di apertura anche al pomeriggio rappresenta una risposta efficace alle esigenze delle famiglie che si trovano a fronteggiare il problema dell’Alzheimer. Il Centro Diurno offre prestazioni di tipo assistenziale (cure della persona, igiene personale), sanitarie di tipo infermieristico (somministrazione terapia, controllo parametri vitali, prelievi ematochimici, stick glicemici, medicazioni, esercizi per il recupero del controllo sfinteriale, controllo delle abitudini alimentari, educazione sanitaria ai familiari e/o al personale di assistenza.), attività di riabilitazione, di recupero e/o mantenimento delle autonomie secondo il Piano Assistenziale Individuale (P.A.I) e prestazioni di tipo risocializzante quali terapia occupazionale, attività di gruppo, psicomotricita e occupazione del tempo libero.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *