venerdì, Settembre 17, 2021
Home > Marche > Massignano, una bizzarra collezione

Massignano, una bizzarra collezione

< img src="https://www.la-notizia.net/collezione" alt="collezione"

MASSIGNANO – Rosanna Marchetti, massignanese di adozione, consorte di Nazzareno, ha una strana collezione distribuita in ogni angolo della sua casa. Non si tratta dellesolite collezioni ma di una raccolta di oche di vario genere, realizzate in diverse dimensioni, forme e materiali, in vetro, in ceramica, in plastica, in metallo, in cristallo, in legno e stoffa tanto per citarne alcuni. La collezione conta più di 3000 esemplari messi insieme in più di 3 lustri. L’oca più piccola è alta alcuni millimetri mentre quella più grande oltre 60 centimetri. Gli esemplari degli anatidi, animali domestici molto simpatici, provengono per la maggior parte dall’Italia ma non mancano oche di provenienza greca, francese, irlandese e dalla repubblica ceca. Molti amici di famiglia nel corso dei loro viaggi sapendo della passione di Rosanna le riportano le oche come souvenir.

La prima oca è stata acquistata a Guastalla (RE) circa 15 anni fa nel corso di un viaggio e da quel momento, oca su oca la collezione si è sempre incrementata. La particolarità della collezione è che ogni ad oca è attribuito un nome attaccato su di essa. I modelli di oche acquistate sono personalizzati e Rosanna sceglie l’addobbo e il tipo di stoffa. Ci sono dei modelli in ceramica, a cui è legata affettivamente, poiché sono state realizzati da amiche presso la dismessa l’Associazione “Massignano Ceramica”. Entrando nell’abitazione di Rosanna mi è parso d’immergermi in un mondo fatato contornato dai più variegati modelli di oche colorate disposte dappertutto, sulle pareti, sui mobili, sulle tovaglie, sui tovaglioli, sui bicchieri, sui quadri e addirittura sulle posate e anche sui tappeti. La collezione, a detta di Rosanna, ovviamente non si ferma a quota 3000 oche ma ce ne sono in ordine altre attraverso i social, modelli unici che non si trovano in commercio perché, sono oche personalizzate in stoffa, fatte a mano, secondo le sue disposizioni. L’ultima arrivata in ordine di tempo, è di sabato scorso da Riva del Garda (BS). Ci si augura che la collezione di Rosanna molto bella e rara, fra qualche anno possa entrare a far parte del Guinness dei primati.

Luigi Verdecchia

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net