sabato, Dicembre 5, 2020
Home > Abruzzo > Trabocchi, il sindaco di Martinsicuro: “Da “Città Attiva” solo polemiche inutili”

Trabocchi, il sindaco di Martinsicuro: “Da “Città Attiva” solo polemiche inutili”

Contrariamente a quanto riportato da alcuni organi di stampa al momento non vi è stata alcuna pronuncia, da parte delle autorità competenti, riguardo alla compatibilità e alla possibilità di autorizzare strutture, tipo trabocchi, all’interno della programmazione demaniale del nostro litorale” dichiarano il Sindaco di Martinsicuro, Massimo Vagnoni, ed il Consigliere delegato al demanio, Umberto Barcaroli.

 

La nostra Amministrazione sta lavorando invece da mesi, di concerto con gli operatori turistici e gli uffici competenti, affinché si arrivi all’approvazione di uno strumento di pianificazione dell’utilizzo dell’arenile che garantisca uno sviluppo turistico armonico fondato non su rappresentazioni grafiche, come quelle che tanto piacciono a “Città Attiva”, ma su reali e fattibili proposte che migliorino sul serio l’appeal delle nostre spiagge e la qualità dell’offerta turistica” proseguono gli amministratori comunali.

 

Nel valutare quindi tutti gli aspetti legati alla variante al piano affronteremo, con serietà ed un approccio differente, anche la possibile previsione dei trabocchi, cercando di evitare, come accaduto nel recente passato, che si utilizzino gli strumenti di pianificazione come occasione per fare annunci, senza assicurarsi che siano realizzabili in concreto delle pianificazioni su carta. A tal proposito la prossima settimana si terrà un apposito incontro con la Soprintendenza per discutere del Piano Spiaggia e di come superare l’eccepita carenza di analisi del Patrimonio culturale del piano demaniale pensato dalla precedente amministrazione, che sta generando diversi dinieghi da parte del detto ente in relazione alle richieste di diversi nostri operatori turistici” sottolineano Vagnoni e Barcaroli.

 

Per tale ragione la nostra visione di sviluppo dell’arenile prenderà in considerazione ogni idea che possa costituire un valore aggiunto per la nostra Città ed il suo sviluppo turistico, a prescindere da chi provenga, ma lo faremo con serietà, contestualizzando le previsioni di nuove strutture su un litorale come il nostro, lavorando per garantire certezza nei tempi e sui costi delle iniziative, ma soprattutto seguendo quelle che sono le indicazioni che arrivano dalla Soprintendenza visto che, quando in passato non è stato fatto per il Piano Spiaggia, si sono generati solo problemi in fase di autorizzazioni” dichiarano gli attuali amministratori comunali.

 

Respingiamo quindi con forza le accuse da parte dell’ex Assessore Corsi che, evidentemente, dimentica di essere stato amministratore di questa Città sino a pochi mesi fa, senza aver lasciato alcun segno tangibile della tanto sbandierata visione di sviluppo della Città di cui ora invece parla e lo rassicuriamo sul fatto che noi, in otto mesi, abbiamo fatto più riunioni con balneatori ed operatori turistici di quante ne hanno fatto loro in cinque anni, coinvolgendoli nella programmazione della stagione estiva, cosa che prima non si faceva” concludono gli amministratori truentini. “Invitiamo quindi “Città Attiva” a concentrarsi su di un’opposizione costruttiva e non demagogica ricordando loro che, con questi attacchi senza senso, non danneggiano la nostra immagine, ma quella dell’intera Città”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *