mercoledì, Ottobre 21, 2020
Home > Abruzzo > Settimana internazionale a Srebrenica -25/31 agosto 2018

Settimana internazionale a Srebrenica -25/31 agosto 2018

Settimana internazionale a Srebrenica -25/31 agosto 2018- 

… di nuovo in partenza, con una grande novità …

“ADOPT SREBRENICA” è ormai progetto bosniaco!

Riceviamo e pubblichiamo: “Ci siamo riuscitidopo anni di progettualità, relazioni personali, viaggi, scambi, dibattiti, confronti di ogni tipo,una straordinaria mostra fotografica realizzata Luciano D’Angelo  … il nostro “italiano” “Adopt Srebrenica” – impegno solidale ma anche progetto politico per una nuova Europa, “ponte” di ascolto e ripresa di relazioni di convivenza dopo le lacerazioni della guerra balcanica – diventa “associazione” e “progetto” in mano a giovani donne e uomini della città del genocidio!

Un progetto per coltivare un legame diretto fra l’Abruzzo e Srebrenica per commemorare i 23 anni trascorsi dal genocidio che ha avuto come teatro la città bosniaca. Le associazioni italiane, tra cui le abruzzesi, con capofila la Fondazione Langer di Bolzano, che per questo hanno lavorato, volentieri accettano l’invito a partecipare alla Settimana Internazionale che si terrà a Srebrenica dal 25 al 31 agosto 2018,   per la prima voltanon da esseorganizzata. Evviva! La ripresa del dialogo è avviata e i giovani se ne faranno protagonisti.

Quest’anno, quindi, la delegazione pescarese, a nome delle associazioniabruzzesi da sempre a sostegno delle donne e dei giovani di Srebrenicasarà presente nella città bosniaca a confermare l’impegno a fianco a chi, coraggiosamente, in prima persona, vuole attivamente impegnarsi  a riprendere dialoghi e  sciogliere nodi di convivenza ancora aggrovigliati.

Andremo con una piccola delegazione di 4 persone ( Edvige Ricci, Massimo Luciani,Gina Vespucci, Laura Di Marco – da poco brillantemente laureata in lingua serbo/croata presso l’Università di Pescara– ) , e ci faremo tramite non solo delle nostre associazioni ma anche dei saluti della comunità di Pescara, per l’adesione ideale al progetto che il Sindaco e il Comune intendono continuare a mantenere. E verificheremo possibilità di dare avvio a un progetto di collaborazione con Donne in Campo della CIA di Pescara/Chieti. Si parte  il 24 agosto e si rientra il 2 settembre.

Sperando che, in Italia, nessuno dimentichi la lezione “balcanica”! 

“Una presenza importante quella della città – dice il sindaco Marco Alessandrini – per testimoniare la nostra vicinanza e tenere sempre vivo il ricordo di ciò che accadde, cosa importante oggi, in tempi in cui si propone il negazionismo. Un atteggiamento che nuoce anche alla politica che sta cercando invece di migliorare la situazione: abbiamo bisogno di aprire gli occhi, di crescere nella solidarietà e nel rispetto dei diritti umani. E’ necessario che ci sia un coinvolgimento che parta dalla concretezza e si concentri nel raccontare Srebrenica alla realtà contemporanea”.

Ci piacerebbe che venisse a Srebrenica anche ”la politica italiana”  che, piuttosto che il confronto e la lotta,  anche aspra, sugli argomenti, sembra preferire il machismo, la  demonizzazione e ridicolizzazione degli avversari, passando sul corpo dei deboli e disperati e  rischiando di dar corpo alla  dimensione del “nemico” … con i rischi conseguenti di destabilizzazione e lacerazione del tessuto politico e culturale del paese. Una visita nei luoghi in cui, in pochi anni, si è passati dalla convivenza interetnica più pacifica agli orrori degli stermini più efferati dell’ “altro”… servirebbe,forse, a darsi una regolata. E a salvare  la preziosità dei “ponti”,come Alexander Langer ci ha insegnato. Non solo quelli sui fiumi , a Genova come a   Mostar, ma anche  quelli umani”.

Mila donnambiente – Aiccre Abruzzo – Baobab-Donne in campo- Donne Vestine -Olis- Arci Abruzzo-Scienza Under 18 Pescara- Primo Vere 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

 

 

 

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *