lunedì, Novembre 23, 2020
Home > Arte, Cultura e Spettacoli > Un doppio concerto della Filarmonica Gioachino Rossini per inaugurare il 51° Festival delle Nazioni

Un doppio concerto della Filarmonica Gioachino Rossini per inaugurare il 51° Festival delle Nazioni

La Filarmonica Gioachino Rossini dopo i recenti impegni al Rossini Opera Festival, ha inaugurato con un doppio concerto il Festival delle Nazioni di Città di Castello, evento musicale internazionale giunto alla 51a edizione.

Sabato 25 agosto il progetto Rossini in Viaggio, sviluppato dalla Filarmonica Rossini con il M° Donato Renzetti, ha portato le musiche del Cigno di Pesaro nell’imponente chiesa quattrocentesca di San Domenico, affascinando il folto pubblico presente in sala. Un’inaugurazione del festival dedicata a Rossini nell’anno del 150° anniversario della morte.

Il concerto si è aperto con due composizioni di Benjamin Britten ispirate alle musiche di Rossini: le Matinées musicales e le Soirées musicales.

Per la seconda sezione del concerto è salito sul palco, con la Filarmonica e il M° Renzetti, l’attore pesarese Antonio Olivieri che attraverso i testi di alcune lettere autografe gentilmente rese disponibili dalla Fondazione Rossini di Pesaro, narra episodi e fatti relativi alle sinfonie rossiniane previste nel programma. Brevi ma interessanti introduzioni alle parti musicali che offrono al pubblico una cornice più concreta prima dell’ascolto.

Il programma è proseguito con l’esecuzione delle sinfonie dalle opere Il signor Bruschino, Tancredi, La Cenerentola e Semiramide. Gran chiusura con la sinfonia da La gazza ladra, sempre molto apprezzata. Saluto al pubblico con un bis: Nimrod (Variazione n. 9) di Edward Elgar. Sentita risposta da parte di tutto il pubblico che ha lungamente applaudito la Filarmonica, il M° Renzetti e Olivieri.

Il M° Michele Antonelli, presidente e direttore artistico della Filarmonica, esprime tutta la sua soddisfazione «Una grande serata di musica dedicata all’inesauribile forza delle composizioni rossiniane. Un bellissimo concerto reso possibile dall’organizzazione e dalla direzione artistica del Festival delle Nazioni che ringrazio per l’invito e per la grande professionalità. Grazie al M° Donato Renzetti, a tutti i musicisti dell’orchestra e ad Antonio Olivieri.»

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *