domenica, Ottobre 17, 2021
Home > Marche > Fano, arrestato per furto 19enne disoccupato e senza fissa dimora

Fano, arrestato per furto 19enne disoccupato e senza fissa dimora

< img src="https://www.la-notizia.net/roseto" alt="roseto"

Nella serata del 15 novembre personale della Polizia di Stato in servizio presso il Commissariato di P.S. di Fano ha tratto in arresto un  19enne, già noto alle Forze dell’Ordine, disoccupato, senza fissa dimora, in quanto sorpreso nella flagranza di reato di furto aggravato in abitazione.

In particolare, alle ore 18:00 circa di ieri un equipaggio dell’Ufficio Volanti, impegnato in un servizio di prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio e in particolare dei furti in abitazione, veniva inviato presso una villetta di Fano, dal cui interno alcuni vicini avevano udito provenire dei rumori sospetti.

I poliziotti, giunti sul posto, effettuavano immediatamente un giro di perlustrazione nel giardino che circonda l’edificio, avendo così modo di accorgersi della presenza di un giovane che, in sella ad una bicicletta tipo mountain bike, stava cercando di guadagnare velocemente l’uscita.

Il sospettato anziché fermarsi all’alt degli Agenti, proseguiva la fuga imboccando la  strada pubblica, costringendo questi ultimi ad inseguirlo a piedi. Dopo alcune decine di metri, però, veniva raggiunto e bloccato. Il successivo sopraluogo  effettuato all’interno della villetta consentiva di appurare che il succitato 19enne, entrato nell’abitazione dopo aver sfondato a calci la porta di accesso alla tavernetta, ne aveva messo a soqquadro i locali e l’attiguo garage. Non trovando oggetti di valore, visto che in quel periodo lo stabile era disabitato, si era impossessato di un casco da ciclista e di una bicicletta, la stessa con la quale aveva poi tentato la fuga. Pertanto veniva tratto in arresto, mentre la bicicletta ed il casco venivano riconsegnati al legittimo proprietario.

Nella mattinata odierna l’arresto veniva convalidato dall’Autorità Giudiziaria ed il predetto 19evvene veniva condannato con rito direttissimo a due anni di reclusione con pena sospesa e 600 euro di multa.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net