giovedì, Gennaio 21, 2021
Home > Abruzzo > Comitato VIA boccia Di Nizio ed ex Ciaf, la soddisfazione di Mazzocca

Comitato VIA boccia Di Nizio ed ex Ciaf, la soddisfazione di Mazzocca

“La verità ha le gambe lunghe – dichiara il Sottosegretario Regionale delegato ad Ambiente ed Ecologia Mario Mazzocca – Sono soddisfatto della decisione del Comitato VIA che ha bocciato la proposta della ditta Eugenio Di Nizio di Mafalda (Campobasso) di aprire un sito per la sterilizzazione di rifiuti infettivi e altro in Val di Sangro”.

Così Mazzocca nel maggio scorso, nell’annunciare la sua partecipazione e quella di Lolli alla manifestazione contro questo impianto e la proposta CIAF: “Ho preso atto con grande attenzione delle motivazioni tecniche addotte dalle amministrazioni locali e dai cittadini a sostegno della loro contrarietà ai due progetti e, posso assicurare, se ne terrà dovutamente conto nel processo di valutazione attualmente in corso negli organi previsti dalla legge”.

“C’è differenza – continua Mazzocca – tra chi ha usato queste occasioni pubbliche per fare passerella e chi ha tenuto fede agli impegni assunti per affermare, sempre nel rispetto della legge, i princìpi dello sviluppo sostenibile e dell’economia circolare per questo territorio. Come feci rilevare allora, queste iniziative promosse da privati sono in contrasto con la programmazione strategica e le relative progettualità della Regione di cui si nutre il nuovo Piano di Gestione Integrata dei Rifiuti. Infatti, l’obiettivo perseguito da tempo dall’esecutivo regionale è di dotare tutto il nostro territorio di un’impiantistica, soprattutto pubblica, che sia in grado di rendere l’Abruzzo autosufficiente nella gestione della filiera del riciclo e del riuso e del recupero di materia”.

“Considero di grande interesse – conclude Mazzocca – la proposta di Legambiente di realizzare un Eco distretto in Val di Sangro e confermo, a tale riguardo, tutta la mia disponibilità a dare un mio contributo costruttivo”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net

Redazione
Lucia Mosca è giornalista iscritta all'albo. Dal 1994, collabora regolarmente con riviste e quotidiani tra i quali Il Messaggero (dal 1994 al 1998 a Macerata, per la cultura , dal 1999 al 2002 a San Benedetto del Tronto, per la cronaca bianca, dal giugno 2005 al luglio 2007 ad Ancona per la cronaca nera e giudiziaria ), La Rucola, periodico maceratese di cronaca, cultura, satira (dal 1996 al 1998 a Macerata), Il Piceno, periodico della Provincia di Ascoli Piceno (2002 – 2003). Le esperienze più significative: dal dicembre del 2003 collabora con Il Resto del Carlino di Ascoli Piceno, testata per la quale si occupa di cronaca, politica, cultura, spettacolo, sanità, sindacale, inchieste, con servizi anche per il regionale. Il 5 gennaio 2005 conclude la propria esperienza di stagista (della durata di 6 mesi). Un mese dopo riprende la precedente collaborazione con Il Messaggero di Ascoli Piceno seguendo la politica locale, la cultura e la cronaca bianca con servizi anche per il regionale. Nel giugno 2005 si sposta su Ancona, dove si occupa per Il Messaggero di cronaca nera e giudiziaria. Dal 2006 collabora con La Stampa di Torino per la cronaca nazionale. Dal 3 agosto 2009 è direttore del quotidiano in edicola Il Giornale24ore, su Teramo e provincia. Il contratto ha la durata di poco meno di un anno per chiusura della testata. E’ stata direttore della sezione giornalistica di Tvp, canale 119 del digitale terrestre nell'anno 2015. Ora direttore della testata giornalistica www.la-notizia.net

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *