venerdì, Settembre 17, 2021
Home > Italia > Gorlago, Stefania Crotti uccisa dall’ex amante del marito

Gorlago, Stefania Crotti uccisa dall’ex amante del marito

< img src="https://www.la-notizia.net/gorlago" alt="gorlago"

BRESCIA – E’ l’ex amante del marito della vittima la persona accusata del terribile omicidio di Gorlago. La donna ha confessato. Stefania Crotti era stata vista l’ultima volta nel pomeriggio di giovedì, alle 15.30, all’uscita dal lavoro. Poi la scomparsa. L’auto era rimasta parcheggiata all’esterno dell’azienda. Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la donna, moglie e madre, sarebbe stata presa a martellate in un garage di Gorlago e uccisa. Il suo corpo sarebbe poi stato caricato in auto e bruciato nelle campagne site in prossimità di Erbusco.

Il marito, non vedendo rientrare la moglie a casa, sporge denuncia. A questo punto scattano le ricerche finchè, venerdì pomeriggio, viene avvistato un cadavere carbonizzato sulle colline. A rendere possibile l’identificazione del corpo è la fede, con il nome del marito e la data del matrimonio. Il coniuge riceve presto la terribile notizia: sua moglie è stata uccisa. E’ una testimonianza ad inchiodare la donna attualmente accusata del delitto, poi sottoposta a fermo. Separata, madre di tre figli, ha 44 anni e risiede a Gorlago. Da quanto è stato possibile apprendere, averebbe avuto una relazione con il marito della vittima. La donna è stata prelevata per l’interrogatorio mentre a Gorlago era in corso di svolgimento una fiaccolata in memoria di Stefania.

Avrebbe confessato di aver compiuto  l’omicidio, ma non di aver dato fuoco al cadavere. Secondo il legale della difesa la sua assistita non avrebbe premeditato nulla, ma avrebbe inteso avere solo un chiarimento. Il difensore della donna fermata ha spiegato che l’incontro tra le due “c’è stato” ma che lei “non aveva alcuna intenzione di uccidere”. “Voleva chiarire i rapporti personali con Stefania Crotti visto che avevano i figli che frequentavano la stessa scuola e perché il paese continuava a parlare della relazione tra la mia assistita e il marito della vittima”, ha spiegato l’avvocato Gianfranco Ceci. La donna ha utilizzato un martello per colpire la vittima. Secondo gli inquirenti il movente sarebbe di tipo passionale. E’ possibile che alla base del delitto ci sia stata la mancata accettazione della fine della storia con il marito di Stefania Crotti.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net