domenica, Gennaio 23, 2022
Home > Italia > In giro a distribuire la Torre di Guardia, trovano anello prezioso e lo restituiscono alla proprietaria

In giro a distribuire la Torre di Guardia, trovano anello prezioso e lo restituiscono alla proprietaria

Casamassima – Se doveste vedere dei Testimoni di Geova aggirarsi nel vostro quartiere, anche se non volete accettare gli opuscoli che distribuiscono o affrontare ragionamenti sull’escatologia e la vita eterna, sappiate che in ogni caso, la loro presenza potrebbe rivelarsi molto utile.

E’ quello che penserà per molto tempo Carmela una signora di Casamassima in provincia di Bari, quando dopo aver smarrito una anello d’oro bianco con cinque preziosi brillanti, ha ricevuto una telefonata da una testimone di Geova che aveva trovato il prezioso oggetto mentre era con suo marito in “predicazione” nella zona.

Come raccontato da TG Norba qualche giorno fa, la signora aveva postato su una pagina locale di Facebook il messaggio contenente l’appello, più per rabbia che per vera convinzione di riappropriarsi del gioiello. Un quarto d’ora dopo Mimmo il testimone di Geova che ha trovato il monile e poi tramite suo figlio più avvezzo all’uso dei social, ha individuato la proprietaria, ha chiamato subito Carmela la quale è scoppiata a piangere per la contentezza, visto il significato affettivo che la veretta rappresentava per lei, oltre all’indubbio valore economico dell’oggetto. Intervistati dalla tv locale, la coppia in missione quella mattina nella città, ha affermato che “una coscienza addestrata secondo i dettami della Bibbia” li ha spinti tempestivamente e senza indugio a fare qualcosa per trovare la proprietaria dell’anello. La signora Carmela grata del gesto li ha definiti “persone favolose”.

Un episodio interessante questo dell’anello recuperato, per due motivi precisi. Al di là degli insulti, volgarità e nefandezze di ogni genere, i social possono costituire se usati con il cervello, un servizio pubblico utile ed efficace. Inoltre, sebbene sommersi da notizie di furti, imbrogli e corruzione a 360 gradi, in questo mondo ci sono sempre persone che fanno dell’onestà un modus vivendi e non baratterebbero mai la loro integrità morale o religiosa di fronte a un (forse effimero) vantaggio economico o monetario

 

Roberto Guidotti

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright La-Notizia.net